Bicarbonato di sodio: proprietà, benefici, utilizzo e controindicazioni

1

Il bicarbonato di sodio, detto anche “baking soda”, è un sale la cui formula chimica è NaHCO3. L’aspetto è quello di una polvere bianca con granuli cristallini inodore, appena alcalina, moderatamente solubile in acqua, a bassa tossicità. Non è infiammabile né esplosivo. Le sue innumerevoli proprietà, rendono il bicarbonato di sodio adatto a mille usi in cucina, in farmacologia e nella cosmesi.

Bicarbonato di sodio: proprietà, benefici ed usi

Viste le numerose circostanze in cui il bicarbonato di sodio si rivela utile a migliorare la salute dell’organismo, esso può a ragione essere considerato una vera e propria medicina naturale.

Le principali proprietà del bicarbonato di sodio ed i principali usi sono:

1. Bicarbonato per digerire.

Da moltissimo tempo ormai il bicarbonato di sodio è un classico “rimedio della nonna” utilizzato per dare una mano alla digestione. Tuttavia è sbagliato ingerirlo subito dopo un pasto pesante, in quanto riducendo la quantità nello stomaco di acido cloridrico, con il quale reagisce, invece di favorirla il bicarbonato finisce in realtà per rallentare la digestione. Poiché è però un ottimo antiacido e in quanto tale favorisce il processo digestivo, invece che in acqua (forma gas), scioglietelo in succo di limone o di arancia.

2. Per uso ginecologico.

Il bicarbonato di sodio è un ottimo disinfettante e fungicida naturale e viene spesso utilizzato per contrastare la Candidosi (dovuta in genere a Candida Albicans), una delle più frequenti infezioni ginecologiche. Il bicarbonato è ottimo anche come coadiuvante, quindi da alternare una volta ogni tanto, dell’igiene intima abituale.

3. Bicarbonato contro reflusso gastroesofageo, gastrite e mal di stomaco.

Se si ha mal di stomaco dovuto ad elevata acidità, un cucchiaino di bicarbonato preso dopo poco meno di un’ora dal pasto, può servire a riequilibrarla e dunque a lenire il dolore stesso. No assoluto al bicarbonato in caso si segua una dieta a basso contenuto di sodio.

4. Bicarbonato di sodio contro le gengive infiammate.

Poiché il bicarbonato esplica un’azione decongestionante, strofinato sulle gengive infiammate è un ottimo medicamento. Bene anche usarlo per sciacqui ripetuti dopo averlo sciolto in un po’ di acqua.

5. Contro il mal di gola.

Fare ripetuti sciacqui con bicarbonato sciolto in acqua. Disinfetta, decongestiona e lenisce i sintomi del mal di gola.

6. Contro l’herpes.

L’herpes tende a recidivare spesso; se applicate un po’ di bicarbonato di sodio mescolato a qualche goccia di limone sulla parte interessata appena avvertite il primo pizzicore, esso durerà molto meno (però brucia!).

7. Bicarbonato di sodio contro raffreddore e sinusite.

Se volete decongestionare e liberare le vie nasali provate una soluzione composta da 120 ml di acqua, 1 cucchiaino di sale e 1 di bicarbonato. Instillate più volte al giorno nel naso 2 o 3 gocce del suddetto liquido.

8. Contro le emorroidi.

Le emorroidi, si sa, provocano intenso bruciore e fastidio, che può essere lenito con sciacqui a base di acqua e bicarbonato, soprattutto durante la fase acuta.

9. Bicarbonato per curare la cistite.

In fase acuta, un cucchiaino raso di bicarbonato in mezzo bicchiere d’acqua 2 o 3 volte al giorno aiuta a riequilibrare l’acidità delle urine, migliorando la situazione e facendo diminuire il dolore.

10. Bicarbonato contro i funghi delle unghie.

L’onicomicosi, ovvero un attacco di funghi alle unghie, si ha spesso ai piedi; il bicarbonato è un antimicotico, pertanto applicatelo come fosse un impacco(mescolato ad acqua) sulla parte da trattare e ripetete l’applicazione finché non noterete un miglioramento della situazione. Il bicarbonato è ottimo anche per l’igiene dei piedi, per pediluvi detergenti e rinfrescanti.

11. Per migliorare la funzione renale.

Secondo recenti studi, chi soffre di acidosi metabolica, ovvero ha poco sodio nel sangue, potrebbe giovarsi di una piccola dose quotidiana di bicarbonato. Tale prescrizione, che va fatta sempre e indiscutibilmente da un medico, migliorerebbe la funzione renale in genere.

12. Bicarbonato contro gli occhi arrossati e irritati.

Se vi capita di ritrovarvi con gli occhi arrossati e irritati a causa del clima o di lunghe ore di lavoro al pc, sciogliete in un bicchiere di acqua tiepida due cucchiaini di bicarbonato e applicate sugli occhi con l’aiuto di dischi di ovatta (quelli che si usano per struccarsi): il sollievo sarà istantaneo.

13. Contro la nausea in gravidanza.

Un pizzico di bicarbonato durante la gestazione può essere utile a ridurre nausea, acidosi e bruciore di stomaco che colpiscono la maggior parte delle mamme in attesa.

14. Bicarbonato per lavare frutta e verdura.

Il bicarbonato è ottimo per lavare frutta e verdura, forse il più efficace rimedio per lavare bene e disinfettare frutta e verdura. Basterà sciogliere un cucchiaio di bicarbonato in un recipiente pieno d’acqua, dove andrete a immergere i vostri alimenti. Lasciate in posa per un periodo di circa 10-15 minuti in modo tale da consentire al prodotto di fare effetto, eliminando sia i batteri che eventuali altre sostanze che si sono depositate sulla superficie. Poi, risciacquate come di consueto.

Bicarbonato di sodio per un uso cosmetico

Il bicarbonato di sodio è un detergente naturale utile anche all’igiene e alla cura di corpo e capelli. Esso si adatta perfettamente ad integrare e coadiuvare l’utilizzo dei comuni shampoo e bagnoschiuma ed è indicato anche a neonati, bambini e pelli ultra delicate.

Gli utilizzi più indicati sono i seguenti:

  • denti: è noto che il bicarbonato sia un classico rimedio “della nonna” per sbiancare i denti, che aiuta a liberare da macchie di tè, caffè, nicotina, vino e sigarette; si può strofinare sulla dentatura una volta al mese, ma non di più, poiché è leggermente abrasivo per lo smalto.
  • deodorante: il bicarbonato è perfetto contro i cattivi odori. Usatelo per togliere dalle mani i forti aromi di alcuni cibi (ad esempio aglio e cipolla) e per rinfrescare l’alito, in questo caso come se fosse un collutorio per gargarismi (un po’ di polvere sciolta in un bicchiere di acqua tiepida).
  • shampoo: aggiungere (solo una volta ogni tanto però!) un cucchiaino di bicarbonato alla quantità abituale di shampoo per lavare i capelli, rende questi ultimi più puliti e morbidi. Il trattamento è anche antiforfora.
  • scrub: esiste un’infinità di ricette fai-da-te per preparare da soli in casa, in poco tempo e bassissimo costo, scrub per viso e corpo a base di bicarbonato.

Uso del bicarbonato di sodio per la pulizia domestica

Per la pulizia e l’igiene di tutta la casa nulla è meglio del bicarbonato, un detergente naturale ed efficace che per di più è anche estremamente economico.

Ecco gli usi più comuni del bicarbonato di sodio:

  • smacchiatori: le proprietà basiche fanno del bicarbonato un eccellente smacchiatore (ad esempio per macchie di grasso su piatti e vestiti), basta emulsionarlo con un po’ di acqua calda.
  • pulizia delle superfici: il bicarbonato è ottimo per pulire tutte le superfici domestiche a parte l’alluminio (con cui reagisce togliendogli lucentezza); fantastico in bagno e cucina, poiché disinfetta anche.
  • contro gli insetti: contro l’”invasione” di insetti il bicarbonato è preferibile ai prodotti chimici in commercio, in quanto ecologico. Mettetene un po’ all’esterno di porte e finestre per allontanare le formiche; mescolato allo zucchero è un insetticida. Il bicarbonato si può altresì spruzzare sulle piante per evitare la formazione di parassiti.

Controindicazioni del bicarbonato di sodio

Il fatto che una sostanza sia naturale non significa affatto che essa sia priva di controindicazioni e che non possa quindi causare spiacevoli e anche gravi effetti collaterali, e tale principio vale anche per il bicarbonato di sodio.

L’uso quotidiano ed eccessivo del bicarbonato è assolutamente sconsigliato, poiché può condurre a forte sete, crampi, formazione di gas nello stomaco e persino a vomito, stanchezza, sangue nelle urine, ipertensione, inappetenza ed altri sintomi: se riscontrate uno dei suddetti problemi interrompete immediatamente l’assunzione di bicarbonato e interpellate il medico.

In realtà il medico deve essere consultato sempre prima di iniziare un qualsiasi tipo di cura con il bicarbonato, poiché soltanto lui è in grado di valutarne l’effettiva utilità e verificare il decorso della cura stessa; il fai-da-te è in questo campo è tutt’altro che consigliabile.


Condividi sui Social.

1 commento

  1. Sovente ci sono medici che non ti danno dei buoni indirizzi perchè non sono aggiornati è triste ma è cosi. BUONA vita

Lascia un commento