Come sbiancare i denti in modo naturale: i metodi fai da te più efficaci

1

Avere denti bianchi e lucenti è il sogno di molte persone che non hanno un colore perfetto dei denti e sarebbero felici di un sorriso smagliante. Come sbiancare i denti? In questo articolo troverete tanti consigli per prevenire l’ingiallimento dei denti e i più efficaci metodi naturali per lo sbiancamento dei denti fai da te.

Il sorriso luminoso attira e cattura lo sguardo di chi ascolta e rappresenta un vantaggio in una società in cui l’aspetto fisico conta molto per raggiungere determinati obiettivi. A chi non piacerebbe avere denti bianchi e brillanti? Indubbiamente non è facile raggiungere il bianco candido, ma vi sono molti rimedi naturali per sbiancare i denti che aiutano a raggiungere ottimi risultati e a prevenire anche l’ingiallimento dei denti.

Le macchie dentali non piacciono a nessuno, per cui ricorrere ai metodi naturali, accompagnati da una corretta igiene orale, è un’ottima soluzione per proteggere i denti e imparare soprattutto a curarli anche tra le mura domestiche evitando costose sedute dal dentista.

Le cause delle macchie dentali

Un bel sorriso è spesso compromesso dalle antiestetiche macchie sui denti, che si formano a causa di sostanze colorate di varia natura che rimangono attaccate agli strati superficiali dello smalto e spesso raggiungono anche la dentina. I colori delle macchie sui denti sono di solito classificati in cinque macro gruppi, che andremo ad analizzare nei dettagli.

Macchie grigio-azzurre

Il colore di queste macchie sui denti è generalmente causato dall’assunzione di antibiotici per tempi prolungati. È anche possibile che le macchie sul dente possono essere il risultato di processi emorragici causati da traumi o da procedure odontoiatriche.

Macchie nere

Le macchie nere sui denti sono spesso causate da un processo cariogeno in fase avanzata, originato da una scarsa igiene orale e dal consumo frequente di sostanze troppo acide come vino, spremute di agrumi, bevande gassate, particolari farmaci o integratori e abuso di dolci e zuccheri. Un’altra causa dei denti neri è anche l’abuso di stupefacenti, soprattutto di sostanze come metamfetamine o marijuana. In questi casi è necessario l’intervento di un dentista che provvederà ad eliminare le carie e impartire al paziente una terapia che prevede il miglioramento dell’igiene orale quotidiana.

Macchie marroni

Le cause delle macchie marroni sui denti possono essere tante e di varia origine. Infatti, è possibile che si tratti di patologie cariose in corso di formazione avanzata o possono essere causate dagli effetti collaterali dell’utilizzo di collutori a base di clorexidina, consigliati in presenza di gengiviti croniche e problemi del parodonto. La presenza delle macchie nere sui denti impone quindi un utilizzo ponderato del collutorio: è infatti consigliabile utilizzarlo non più di due volte al giorno per due o tre settimane, e solo su prescrizione del dentista.

Macchie verdi-azzurre o metalliche

Se le macchie sui denti sono di colore verde-azzurro o metalliche, il problema può essere originato dall’ambiente in cui si lavora. Infatti, chi lavora a stretto contatto con metalli, come ad esempio nell’industria chimica, è più esposto a sostanze come ferro, argento e manganese, mercurio, rame, nichel, piombo, cloro. In questi casi occorre consultare il medico per accertare l’origine delle macchie sui denti.

Macchie sui denti gialle o marroni

Le macchie gialle o marroni sui denti sono quelle che si riscontrano maggiormente nei fumatori e in coloro che masticano tabacco, consumano tè, liquirizia e bibite contenenti caffeina e caramello. Inoltre, i denti possono diventare gialli per il naturale processo di invecchiamento oppure per una scarsa igiene orale. Infine, il colore dei denti è influenzato anche dalla genetica e, cosa fondamentale, dipende dallo spessore dello smalto e dalla dentina.

Macchie bianche

Questo tipo di macchie può essere causato dall’eccesso di fluoro (fluorosi) e si distinguono per una tonalità diversa da quella dello smalto. Il problema della discolorazione dentale da fluorosi si associa a denti demineralizzati ed intaccati e anche a chi consuma troppi alimenti acidi o digrigna i denti (bruxismo).


Come prevenire i denti gialli

Prima di ricorrere al dentista per effettuare uno sbiancamento dei denti è molto importante prevenire la formazione dei denti gialli, un problema che possiamo risolvere seguendo alcune regole quotidiane che aiutano a mantenere il sorriso bello e luminoso. Per prevenire è necessario individuare le cause dell’ingiallimento dei denti, da ricerca solitamente in alimenti o sostanze specifiche che utilizziamo quotidianamente, magari in quantità eccessiva. Quali sono le sostanze da eliminare per prevenire l’ingiallimento dei denti? Le sostanze da di cui diminuire il consumo o addirittura eliminare totalmente per raggiungere risultati migliori in tempi brevi sono: il caffè, il thè, il tabacco da masticare, la liquirizia, le bevande con coloranti artificiali.

Anche il fumo è una delle principali cause dell’ingiallimento dei denti, così come l’alcol, l’utilizzo incontrollato di antibiotici, farmaci e collutori con alto contenuto di fluoro. Per una prevenzione maggiore è anche buona abitudine lavare i denti subito dopo aver consumato una di queste sostanze: curare l’igiene orale è infatti una adeguata forma di prevenzione e oltre ad un lavaggio almeno 2-3 volte al giorno è anche opportuno l’utilizzo del filo interdentale, da effettuare la sera, e una pulizia dei denti almeno una volta all’anno.

Come sbiancare i denti in modo naturale: i metodi fai da te più efficaci

I metodi per sbiancare i denti in modo naturale sono tanti, ma ve ne sono alcuni che sono davvero molto efficaci e riportano i denti al loro splendore senza fatica e senza costi esorbitanti. Uno dei rimedi naturali più efficaci per lo sbiancamento dei denti è la salvia, da adoperare in diversi modi: si possono sfregare le foglie sui denti per ottenere un biancore immediato o si può preparare un decotto tiepido da utilizzare come collutorio.

Anche il bicarbonato di sodio aiuta a sbiancare i denti: aggiunto ogni tanto sullo spazzolino apporta notevoli risultati, ma occorre fare attenzione ad utilizzarlo in maniera non troppo frequente per evitare di corrodere lo malto dentale.

Un aiuto concreto per sbiancare i denti viene anche dai cibi come mele, carote e pere: infatti, i minuscoli frammenti di questi cibi, durante la masticazione, aiutano a contrastare le macchie e rappresentano un vero e proprio scrub per i denti, poiché combattono la formazione del tartaro. L’acido malico, che è un acido della frutta, se assunto nelle giuste dosi aiuta a sbiancare i denti, e lo si trova anche nelle fragole e nell’ananas. Proprio la polpa delle fragole è spesso consigliata da strofinare sui denti per prevenirne l’ingiallimento e sbiancarli. Anche la buccia di banana, strofinata sui denti, è un ottimo sbiancante naturale: dopo aver sfregato la buccia di banana, procedere con la normale pulizia dei denti.

Efficace è anche l’aceto di mele: per utilizzarlo, basta diluirlo in acqua tiepida e utilizzarlo come collutorio almeno una o due volte a settimana.

Un valido rimedio naturale per lo sbiancamento dei denti è dato dalla polpa di limone, ricco di acido ascorbico ma da usare con cautela. Per lo sbiancamento dentale fai da te si consiglia di utilizzare un bicchierino di succo di limone mischiato ad un cucchiaino di bicarbonato di sodio, mettere poi il composto ottenuto sullo spazzolino e procedere alla normale pulizia dei denti. Per chi non sopporta il limone va bene anche la buccia d’arancia, da strofinare direttamente sui denti.

Tra i prodotti casalinghi anche l’olio d’oliva ha proprietà sbiancanti sui denti, mentre tra i prodotti di erboristeria efficace è la radice dell’albero araak.

Condividi sui Social.

1 commento

  1. Per diverso tempo ho usato il bicarbonato per sbiancare i denti, ma poi ho scoperto che se usato in modo improprio può danneggiare lo smalto dei denti. Io tengo molto al mio sorriso e mi piace avere i denti bianchi però sinceramente ho paura di fare più danni che altro in questo modo. Ho visto anche delle soluzioni da comprare in farmacia, ma ho letto che in molti casi sbiancano in modo non uniforme.
    Io nel dubbio questa volta ho deciso di farmi uno sbiancamento dei denti professionale, anche perchè il dott. Fabio Cozzolino prevede la possibilità di farlo a casa con delle mascherine sbiancanti preparate dal dentista quindi non si tratta di metodi fai da te, ma di un vero e proprio trattamento professionale. Qualcuno ha mai usato una soluzione simile? come vi siete trovati?

Lascia un commento