Aloe Vera: proprietà, benefici, usi e controindicazioni

0

L’Aloe Vera è molto popolare al giorno d’oggi e la si sente nominare praticamente sempre. Una pianta terapeutica che offre, tra le tante proprietà, quelle digestive, antiossidanti antisettiche. I suoi utilizzi sono innumerevoli ed è apprezzata nel campo della cosmesi quanto in quello della fitoterapia.

L’Aloe Barbadensis miller, ossia l’Aloe Vera, è una delle molte varietà di aloe. Gli esperti hanno evidenziato che il suo utilizzo può aiutare a risolvere o prevenire molti problemi.

Vediamo adesso insieme quali sono le forme reperibili in mercato e a cosa serve l’Aloe Vera. Fate attenzione, come tutte le piante può causare effetti indesiderati se utilizzata in quantitativi smodati.

I suoi impieghi comunque restano moltissimi dato che è indicata ad esempio contro le punture di zanzara, la candida (per via delle sue proprietà antifungine), per disintossicare l’organismo etc.

Proprietà dell’Aloe Vera

L’aloe vera è probabilmente una delle sostanze naturali più note alle persone, grazie alle sue capacità e caratteristiche che permettono di poterla utilizzare in differenti situazioni. Un prodotto utile sia per la cura del corpo che per lenire alcune patologie.

Sottoposta a un numero considerevole di studi l’Aloe Barbadensis miller è certo che contiene al suo interno aminoacidi essenziali, vitamine, sali minerali e altro ancora…. Si hanno prove fin dai tempi degli antichi Egizi che l’Aloe Vera sia una pianta utilizzata per la cura del corpo. Vediamo quali benefici può donarci.

  • Il gel dell’Aloe Vera è un concentrato di effetti positivi, è infatti utilizzato per la cura dell’igiene orale. Le sostanze al suo interno non danneggiano lo smalto ma possono fornire effetti molto simili a quelli che ogni giorno otteniamo grazie all’impiego dei dentifrici. Dato che si parla di igiene orale, anche nel caso di una gengivite il succo della pianta può essere indicato.
  • Potenzia le difese immunitarie l’uso regolare di Aloe Vera. Vi sono molte sostanze al suo interno che possono fornire un’effetto rafforzante, la prima tra queste è l’insuperabile vitamina C.
  • I suoi effetti sono ben conosciuti anche per la cura dei capelli. Come se non bastasse è utile per la pelle dato che la rende più tonica, elastica e la protegge contro un gran numero di problemi.
  • Il succo della pianta è apprezzato per il suo effetto disintossicante. Naturalmente essendo un concentrato di benefici è utile anche in altre occasioni. Resta comunque un valido rimedio per eliminare scorie e tossine.
  • Il gel si ricava dalla pianta, basta tagliare un pezzetto della foglia per vederlo. Questa sostanza gelatinosa è utilizzata contro gli eritemi, le scottature e in primo piano contro e punture di alcuni insetti. Come se non bastasse sembra essere in grado di stimolare la guarigione della parte interessata, ossia dove è stato applicato. Il gel così come viene ricavato dalla pianta non va bene per uso interno, deve essere prima trattato. Perciò se intendete assumerlo, acquistatelo in farmacia o erboristeria richiedendo il prodotto adatto per essere assunto via bocca.
  • La sua grande azione idratante è in grado di combattere le mani secche e i geloni. In quest’ultimo caso un disturbo apparentemente banale ma non del tutto. Per molti soggetti infatti può essere estremamente fastidioso, addirittura le mani possono ricoprirsi di taglietti e sangue.
  • La pianta trova impiego anche come lassativo, grazie ai suoi principi attivi. Quindi in caso di stipsi può fare davvero molto, chiedete comunque a uno specialista prima.
  • Riconosciuta come rimedio che sconfigge la flatulenza, il merito è delle sue proprietà carminative. Naturalmente in qualunque situazione è bene non esagerare. Ricordiamo che questo suggerimento vale per tutto, piante e alimenti vari.

Alcuni benefici dell’aloe vera a livello estetico…

Se invece soffrite di forfora, potete massaggiare il cuoio capelluto con il gel d’aloe e lasciarlo agire per una decina di minuti prima di procedere con il risciacquo e l’applicazione del normale shampoo.

Se soffrite di mani screpolate, soprattutto per il freddo, applicare il gel d’aloe sulle parti interessante per poi coprirle con guanti di cotone potrebbe rappresentare la soluzione finale per questo fastidioso problema.

L’aloe vera è consigliata applicarla anche sulle punture di insetti, quali sopratutto le zanzare, per lenire il rossore e il prurito provocato dalla reazioni organica del nostro corpo e potrebbe rappresentare anche un ottimo dopobarba in seguito a rasature o depilazioni per curare eventuali microferite.

In caso di piedi stanchi si può applicare una piccola quantità di gel alla sera, unitamente a delle gocce di olio essenziale alla lavanda, così come in caso di mal di testa è consigliabile utilizzarne un poco aggiungendo dell’olio essenziale di mentaper massaggiare con movimenti circolari la nuca e le tempie. Se invece volete provare a creare in casa un prodotto naturale per la cura dei denti, potete unire il gel d’aloe ad alcune foglie di menta e di origano essiccate e polverizzate e in seguito utilizzarlo come dentifricio assolutamente naturale e privo di elementi chimici.

Come si usa l’Aloe Vera

L’Aloe è utilizzata in più occasioni e le forme disponibili più comuni sono il succo e il gel. Quest’ultimo è un prodotto tuttofare ma comunque adatto per uso topico. Mentre il succo può chiaramente essere assunto grazie all’apposito trattamento, per fornire al corpo interessanti benefici.

Il gel può essere sfruttato in varie occasioni, specialmente quando si tratta di dover contrastare i problemi della pelle. E’ utile anche contro le punture di alcuni insetti, le zanzare sono al primo posto. È indicato inoltre contro le scottature, interviene portando sollievo. Anche per le screpolature non è affatto un rimedio da sottovalutare, basta pensare che le sue proprietà sono impiegate da secoli per la cura generica del corpo umano.

Facendo riferimento al succo invece è importante che lo assumiate con criterio e ricordate sempre di non superare le dosi consigliate. Tale prodotto è in grado di stimolare le difese immunitarie, aiutare l’apparato scheletrico, influire benevolmente sulla memoria e molto altro ancora….

Aloe Vera da bere

Il succo di Aloe Vera è una bevanda che si occupa di proteggere il cuore dato che controlla i livelli eccessivi di colesterolo cattivo presente nel sangue. Protegge dai radicali liberi e allo stesso tempo aumenta le difese contro le malattie da raffreddamento.

La sua reputazione eccellente lo rende un prodotto utile per depurare e allo stesso tempo disintossicare il corpo. E’ anche d’aiuto per ossa, denti e inoltre si rivela un tonico energizzante. Insomma, è una bevanda che dovrete tenere in considerazione.

Numerosi studi affermano che può anche aiutare a regolare gli zuccheri disponibili nel sangue, migliorare l’umore e il sistema digestivo in genere. Ma non è tutto, la sua assunzione è adatta anche in caso di gastrite, alitosi, emorroidi e riequilibrante della flora batterica.

Sapevi che?

Bere un bicchierino di succo d’aloe al mattino e alla sera potrebbe significare per il proprio organismo andare a migliorare numerosi aspetti con un’unica sostanza. In particolare i benefici di cui si potrebbe godere con il succo d’aloe sono un miglior assorbimento delle proteine e il riequilibrio della flora batterica intestinale con la conseguente riduzione dei problemi digestivi e dei bruciori allo stomaco e una protezione attiva per il cuore perché contribuisce ad abbassare i livelli di colesteroloLDL all’interno del sangue. Riduce i sintomi di gravi infiammazioni interne e può aiutare a mantenere in buona salute la bocca e le gengive grazie alla sua azione antibatterica e antimicrobica. Inoltre il succo d’aloe è indicato per regolare il livello degli zuccheri contenuti nel sangue, ed è utile dunque per ridurre il rischio di diabete.

Aloe Vera gel

Nei soggetti ipersensibili il gel può causare dermatiti, pelle arrossata e bruciore. Il gel è disponibile all’interno delle foglie. Rinomato per le sue proprietà, attualmente è forse il più ricercato sul mercato. I negozi bio, le farmacie e l’erboristerie hanno scaffali pieni di questo prodotto. Lo potete acquistare in diversi formati ed è disponibile in prezzi variabili. Tutto dipende dalla scelta, vi sono tubetti da 150 ml a circa 8-10€. Oppure flaconi più capienti (anche da 500 grammi) che partono da circa 15€.

Descrivendo brevemente il gel, possiamo dire che al tatto è molto appiccicoso. La sua colorazione è inesistente in quanto si presenta trasparente. Definito come prodotto semi-liquido, ricopre oggi un largo utilizzo tra la popolazione. Gli studiosi non hanno dubbi sui suoi effetti, dato che possiede al suo interno vitamine del gruppo B, C e altre sostanze (tra cui numerosi minerali). Si tratta di un vero portento per il corpo. È possibile comunque coltivare la pianta e avere così sempre a disposizione il suo gel benefico, un elemento utilissimo per tutta la famiglia.

Naturalmente la cosa migliore che vi consigliamo di fare è quella di comprare il gel o il succo da aziende che si occupano di isolare la sostanza possibilmente dannosa. Stiamo parliamo dell’aloina. Da tenere presente che l’aloina è utile al corpo umano, diventa dannosa quando i suoi livelli sono eccessivi. Sfortunatamente la pianta ne possiede in grandi quantità e quindi è facile presumere possa indurre un eccesso di sostanza nel corpo.

Ricetta nella manica! Potreste utilizzare il gel di aloe vera per la cura estetica del vostro corpo come ad esempio per la preparazione di uno scrub per l’intero corpo aggiungendo al gel olio di oliva, sale e zucchero oppure come maschera per il viso soprattutto in caso di pelle arrossata. Basterà utilizzare un po’ di gel sul viso stendendolo delicatamente per poi tamponarlo con un batuffolo di cotone.

Durante il periodo estivo il gel potrebbe ritornarvi utile nel caso in cui aveste preso troppo sole, applicandolo direttamente sulle scottature per beneficiare del suo potere rinfrescante e lenitivo.

Aloe Vera, pianta in botanica

La pianta è ricca di gel, fattore che la rende succulenta. Può crescere fino a 1 metro d’altezza. Un suo aspetto caratteristico riguarda la presenza di spine poste su entrambi i lati delle foglie. Le origini dell’Aloe sono del bacino del Mediterraneo e dell’Africa. Nel corso del tempo la sua diffusione la portata un po’ ovunque. La pianta può crescere in luoghi dove il terreno è calcareo e secco. Il clima caldo è perfetto per la sua crescita.

Le foglie verdi nella maggior parte dei casi non superano la lunghezza di 60 centimetri. La loro disposizione a ciuffo è piuttosto bella da guardare. La parte che riscuote grande interesse è proprio il gel, ma non si presenta sempre uguale in termine di qualità. Infatti l’irrigazione può influire negativamente su questa sostanza, così come il clima.

6 consigli per coltivarla

La pianta di Aloe Vera si adatta benissimo nei giardini. È comune anche la sua coltivazione in vaso.

Potete trovare innumerevoli suggerimenti che la riguardano, noi oggi ve ne offriamo 8. Ecco adesso i 6 consigli per coltivare la vostra pianta di Aloe Vera, così che potete utilizzarla nel tempo!

  1. Forse vi piace coltivare le piante in vaso ma non siete molto portati. L’Aloe fortunatamente non richiede potature e quindi la sua coltivazione risulterà più semplice. Niente periodi da conoscere o pratica sul campo necessaria per iniziare a coltivare l’aloe vera.
  1. Gli esperti sostengono che i ristagni idrici sono in grado di danneggiare l’Aloe. Pertanto evitate questa situazione che potrebbe compromettere la pianta qui presente. Non annaffiatela troppo spesso!
  1. Le foglie non devono entrare in contatto con l’acqua, quindi l’annaffiatura si deve concentrare sulla base della pianta.
  1. La pianta si può infettare molto facilmente quando viene tagliata. Vi suggeriamo di usare esclusivamente lame pulite per questo procedimento.
  2. Per ottenere il giusto terreno, adatto all’aloe vera, potete fare un mix di terra e sabbia. Naturalmente potete usare anche un terriccio umifero e privo di materia organica non decomposta.
  3. Il sole è un elemento importantissimo per la sua crescita e se la pianta è posta in zone ombrose non crescerà a dovere. Questo non significa che deve prenderne troppo, anche in questo caso i raggi la possono danneggiare se troppo intensi e l’esposizione è continua. Mettetela in un posto dove, nell’arco della giornata, si alternano luce e ombra.

Controindicazioni

Molti benefici ma allo stesso tempo diversi effetti negativi. Concludiamo quindi con il paragrafo delle controindicazioni. Le donne incinte per esempio devono astenersi dall’utilizzo di questa pianta, o comunque impiegarla in quantità ridotte e sempre dopo l’opportuno consulto medico. Oltre a questo sono stati riscontrati sintomi di varia natura dovuti all’abuso di Aloe. Si suddividono tra diarrea, dolori all’addome e urina che assume una colorazione rossa. Quanto appena detto è da ricollegare a una sostanza disponibile in questa pianta, ossia l’aloina. Tale elemento (quanto assunto in grandi quantità) è pericoloso per la salute. I medici sostengono che possa anche provocare l’epatite.

Il metodo migliore con cui potete evitare di fare scorte di tale sostanza (la quale può essere estremamente dannosa per il corpo) è accertarsi che non ve ne sia traccia nell’aloe che assumete oralmente, dovete quindi acquistare i succhi di aloe lavorati affinché venga eliminata tale sostanza. Sono pensati per l’uso interno.

In presenza di una terapia farmacologica è bene non assumere il succo di Aloe Vera. Per maggiori informazioni domandate al vostro medico. Adottate anche il massimo riguardo nei confronti dei più piccoli, tenete lontano dalla loro portata e somministrare il succo solamente se è lo specialista a consigliarvelo.

Curiosità sull’Aloe Vera

Di questa particolare pianta si parla fino dall’antichità e i suoi disparati utilizzi sono arrivati fino a noi grazie ad alcune testimonianze storiche. Gli antichi Egizi utilizzavano l’aloe come pianta fondamentale per accompagnare il faraone defunto nel regno dei morti ed era utilizzato da Cleopatra assieme ai bagni di latte per preservare la sua leggendaria bellezza. In Grecia e nell’antica Roma era invece utilizzata come lenitivo per alcune patologie e per le sue proprietà cicatrizzanti, tant’è che viene citata nel trattato “Historia Naturalis” di Plinio il Vecchio come una pianta dalle proprietà utili per i disturbi allo stomaco, per il mal di testa e per problemi di stitichezza.


Condividi sui Social.

Lascia un commento