Menta: proprietà, benefici, uso e controindicazioni

0

La menta è una pianta erbacea aromatica appartenente alla famiglia delle Labiate. Presenta un alto contenuto di mentolo ed è tra le piante officinali più utilizzate grazie alle sue svariate proprietà benefiche. Scopriamo in questo articolo le proprietà della menta, quali benefici apporta alla nostra salute, gli usi in cucina o come rimedio naturale e le eventuali controindicazioni.

Menta: caratteristiche generali

La pianta della menta cresce in forma eretta, con fiori di un bel colore rosato, disposti in verticilli. Il fusto è peloso con foglie di forma ovale molto profumate. La menta è nata in Europa e si è diffusa poi in tutto il mondo.

Questa pianta riesce a crescere in zone che hanno un clima temperato mentre è assente in quelle zone caratterizzate da un clima tropicale. È una pianta da giardino che fiorisce sul finire della primavera e l’inizio dell’estate. Nei mesi di luglio ed agosto, i fiori e le foglie possono essere raccolte e lasciate ad essiccare all’aria aperta.

Le proprietà di questa straordinaria pianta erano note già nell’antichità, quando gli egizi e i romani la utilizzavano soprattutto in cucina. Una leggenda, inoltre, narra che le foglie della pianta di menta vennero utilizzate per raccogliere l’acqua che servì a dissetare Gesù durante la fuga in Egitto.

Menta: le proprietà e i benefici per la salute

La menta ha una svariate proprietà terapeutiche ed è particolarmente utile per la nostra salute e il nostro benessere. Innanzitutto, questa straordinaria pianta svolge un’azione anestetica sulle mucose e sulla pelle. Ha effetti analgesici e riesce a ridurre significativamente il dolore: l’estratto della pianta di menta può infatti essere utilizzato come rimedio naturale da chi soffre di cefalee ed emicranie.

Se applicata sulla fronte e sulle tempie, la menta riesce ad alleviare tutti i sintomi del mal di testa, come anche il senso di nausea, vomito e l’insofferenza alla luce e ai rumori. La menta, grazie al suo contenuto di polifenoli, è antisettica e, al contempo, può contrastare i calcoli alla cistifellea. Ha virtù decongestionanti e balsamiche, cioè riesce a generare una sensazione rinfrescante e fluidificante delle secrezioni dell’apparato respiratorio: a tal proposito, è usata efficacemente per curare il raffreddore, la febbre e la tosse.

La menta è molto utilizzata anche nel mondo della cosmetica dove è uno degli ingredienti naturali più in voga per la realizzazione di prodotti per il viso grazie alla sua azione tonificante, levigante e purificante. Valida panacea per ridurre la presenza di gas intestinali, la menta ha anche proprietà carminative.

Per quanto riguarda, invece, l’uso esterno, le foglie della menta possono essere applicate sulle punture di zanzara, per alleviarne gonfiore e prurito. Questa pianta officinale è anche utilizzata come ingrediente naturale principale per la preparazione di shampoo specifici per capelli grassi o per risolvere problemi di forfora.

Grazie ai principi attivi contenuti nei fiori e nelle foglie, questa eccezionale pianta aromatica si presta a svariati utilizzi per il nostro benessere e la nostra salute. Ricordiamo, in primo luogo, l’olio essenziale di mentolo e mentone che viene spesso usato per effettuare massaggi energizzanti e per rinfrescare e profumare corpo e piedi.

La menta è un vero e proprio toccasana per chi soffre di gastrite: può essere usata in caso di spasmi oppure per combattere il mal d’auto. E’ molto utile anche per prevenire la ritenzione idrica e, infine, è conosciuta anche per le sue funzioni depurative e per combattere l’alitosi.

Come usare la menta

Grazie alle sue molteplici proprietà, la menta può essere impiegata per garantire benessere e salute al nostro corpo, in maniera assolutamente naturale. Utilizzando l’infuso di menta, si possono realizzare degli ottimi impacchi ideali per ridurne l’acne e gli inestetismi tipici della pelle grassa.

Facile è anche la preparazione fai da te della tisana con fiori e foglie di menta. Ci basterà mettere foglie e fiori della pianta in infusione in acqua bollente, aggiungere due cucchiaini di menta essiccata per ogni tazza. La tisana dovrà riposare per circa quindici minuti prima di essere filtrata e consumata. La tisana alla menta è ottima per le sue proprietà digestive e tonificanti: se ne sconsiglia, però, l’assunzione di sera poiché potrebbe disturbare il sonno e provocare insonnia.

Con questa pianta officinale è altrettanto semplice preparare in casa un collutorio per rinfrescare l’alito e per alleviare le infiammazioni del cavo orale. Ecco la ricetta: mettere in infusione in un pentolino d’acqua bollente, per circa dieci minuti, un cucchiaio di foglie di menta essiccate: l’infuso dovrà essere filtrato e lasciato raffreddare. Una volta che l’infuso sarà a temperatura ambiente, lo potremo utilizzare come collutorio. Ancora, con l’olio essenziale di menta possiamo combattere i sintomi di influenza e raffreddore, diluendone semplicemente qualche goccia in un litro d’acqua bollente e andando a respirarne i vapori che si sprigioneranno.

La menta è molto usata anche in cucina, soprattutto nella produzione di liquori e prodotti dolciari. In cucina, sia fresca che essiccata, può essere impiegata come erba aromatica per insaporire gustosi primi e secondi piatti oppure per condire le insalate, le verdure, i legumi ed i cereali.

Con la menta si possono realizzare anche delle ottime bevande rinfrescanti: con le foglie essiccate mescolate al succo e alla scorza di limone, si può preparare in casa un’ottima bevanda da servire fredda e da gustare con qualche cubetto di ghiaccio. Inoltre, il Mojito, è proprio a base di menta pestata con l’aggiunta di rum, zucchero di canna, lime ed acqua tonica.

Infine, ricordiamo che le foglie fresche della menta strofinate sulle mani possono anche essere usate per eliminare i cattivi odori dalle mani, come ad esempio, quello dell’aglio o della cipolla.

Menta: controindicazioni ed effetti collaterali

La menta è un ottimo rimedio naturale che, ovviamente, non può e non deve sostituirsi alle terapie mediche. Ed è per questo motivo che, prima di utilizzarla, consigliamo di consultarsi con il proprio medico. Quello che vi abbiamo appena fornito, è un consiglio particolarmente utile specialmente a chi soffre di patologie croniche o alle donne in gravidanza. In particolare, bisogna evitare il consumo di menta se si soffre di reflusso gastroesofageo ed in caso di ulcera. È inoltre, assolutamente vietato il consumo a chi è affetto da patologie a fegato e reni.

Infine, si consiglia di non consumare la menta di sera, perché potrebbe arrecare problemi di insonnia.


Condividi sui Social.

Lascia un commento