Raffreddore: cause, prevenzione e rimedi naturali

0

Il raffreddore è senza dubbio un male stagionale: c’è chi ne soffre di più e chi è meno soggetto, ma tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo sofferto di naso chiuso, raffreddore, tosse, mal di gola ed infiammazione della mucosa nasale.

In genere, il raffreddore – a meno che esso non sia accompagnato da problemi più seri come febbre, influenza, bronchiti, faringiti o tonsilliti – va via nel giro di qualche giorno senza aver bisogno di medicinali o antibiotici. Tuttavia, poiché si tratta di una patologia virale, esso è altamente contagioso e non è raro soffrire di ricadute, soprattutto nel periodo invernale, quando le difese immunitarie si abbassano ed il freddo può alimentare le infezioni ed il rischio di contagio.

Come prevenire il raffreddore?

Il raffreddore, di per sé, non è un problema di salute grave, ma per evitare che si diffonda e dia altri problemi, sarebbe bene curarsi e seguire le regole del buon senso: coprirsi bene, evitare colpi di freddo, evitare sbalzi di temperatura, e naturalmente, nel rispetto degli altri, portare sempre le mani alla bocca quando si starnutisce o si tossisce.

Come si trasmette il raffreddore?

Pochi sanno che sebbene la forma di contagio più comune del raffreddore sia quella diretta – attraverso la saliva – il contagio può avvenire anche in maniera indiretta, semplicemente dando la mano o toccando oggetti contaminati.

Nonostante prevenire sia meglio che curare, scampare al raffreddore è quasi impossibile, soprattutto se in famiglia ci sono delle persone infette. E allora, quando prevenire è impossibile o quando si è stati già contagiati, si può provare a lenire il fastidio grazie ad alcuni rimedi naturali, un tempo molto diffusi tra le nostre nonne.

Raffreddore: i rimedi naturali più efficaci

Ecco quali sono i migliori rimedi naturali contro il raffreddore:

1. Rosa Canina

Un buon infuso o una tisana calda a base di Rosa Canina può aiutarci a combattere il raffreddore in maniera del tutto naturale. Infatti, questa pianta selvatica contiene delle proprietà antibatteriche molto forti, in grado di alleviare le infiammazioni ed i sintomi del raffreddore. La tisana di Rosa Canina si prepara schiacciando prima i frutti in un mortaio nella quantità che più aggrada e quindi metterli in infusione in acqua bollente per 10 minuti. Filtrate e addolcite con miele.

2. Zenzero

Lo zenzero è un ottimo rimedio naturale contro i sintomi da raffreddore: scioglie il muco e libera i bronchi, facilitando così la respirazione e, grazie al suo effetto termogenico, lo zenzero è anche in grado di rilasciare nel nostro organismo una sensazione di calore che, in caso di freddo e di brividi, può rivelarsi un ottimo aiuto naturale. Ecco come fare la tisana a base di zenzero contro il raffreddore: sbucciate un pezzo di radice di circa 5-6 centimetri e tagliatela a pezzetti piccoli, poi prendete un pentolino e versate una tazza abbondante d’acqua, aggiungete lo zenzero precedentemente tagliato e portate il tutto ad ebollizione. Lasciate in infusione per circa 3-4 minuti, dopo di che filtrate la tisana, si aggiunge il succo di mezzo limone spremuto fresco e si addolcisce con un un cucchiaino di miele.

3. Melissa

La sua definizione per intero è Melissa Officinalis, e questa pianta – meglio nota per le sue proprietà sedative – è ottima anche per le sue proprietà disintossicanti e terapeutiche. Per alleviare i sintomi del raffreddore, è consigliato bere un infuso di foglie di Melissa, eventualmente dolcificato con un cucchiaino di miele.

4. Miele contro il raffreddore

Già noto per combattere tosse e mal di gola, il miele ha delle potenzialità davvero uniche. Una bevanda a base di latte caldo con il miele è di ottimo aiuto per alleviare i sintomi del raffreddore e soprattutto per eliminare strascichi di tosse e bruciore.

5. Aceto di mele

Noto per le sue proprietà antinfiammatorie ed antibatteriche, l’aceto di mele può essere utilizzato sotto forma di gargarismi o suffumigi. Nel primo caso, è sufficiente versare un cucchiaio di aceto di mele in un bicchiere d’acqua tiepida e usufruirne per fare dei gargarismi antibatterici ed altamente germicidi; nel secondo caso, si può aggiungere un po’ di aceto di mele (generalmente 2-3i cucchiai) in acqua calda e respirare il vapore che ne scaturisce.

6. Bicarbonato di sodio

Tra i rimedi naturali per il raffreddore più utilizzati è il suffumigio al bicarbonato, molto efficace per decongestionare le vie respiratorie. Per prepararlo mettete a bollire in una pentola un litro d’acqua che una volta giunta a ebollizione dovrete versare in una bacinella a cui aggiungere 2 o 3 cucchiai di bicarbonato di sodio. Tenendo la testa coperta con un asciugamano in modo da evitare la dispersione del vapore sprigionato dall’acqua calda, respirateli per circa 10-15 minuti. È possibile utilizzare l’olio di eucalipto in aggiunta del bicarbonato di sodio: bastano poche gocce per sentirsi subito meglio. Se non avete in casa il bicarbonato di sodio potete sostituirlo con il sale grosso.

7. Vitamina C

Questa vitamina, contenuta in particolare in kiwi, limoni e arance, ha dei particolari effetti benefici non solo per curare il raffreddore, ma anche per prevenirlo. Attenzione, però: la vitamina C assunta sotto forma di compresse può causare diarrea e acidità di stomaco: pertanto, è altamente consigliato evitarla nel caso in cui si soffra di coliti o di gastriti.

8. Rafano

Catarro e bronchite sono delle conseguenze di un raffreddore non curato, e possono determinare un lungo periodo di depressione immunitaria, oltre che un’enorme varietà di fastidi. Per alleviare i sintomi della presenza di catarro e della bronchite, è consigliato utilizzare il rafano sotto forma di infuso: allevierà immediatamente le infezioni dell’apparato respiratorio.

9. Echinacea

Questa pianta officinale è un rimedio naturale molto efficace per la cura del raffreddore ma, più in generale, anche per la prevenzione di infezioni e per la difesa del sistema immunitario. Essa va assunta sotto forma di sciroppo oppure di tisana, ma non è indicata per le persone che soffrono di malattie sistemiche progressive o patologie del sistema connettivo.

10. Peperoncino

Il suo uso potrebbe essere controproducente per le persone che soffrono di acidità di stomaco o di colite e gastrite, ma una proprietà contenuta nel peperoncino, ovvero la capsaicina, contiene proprietà antibatteriche ed antinfiammatorie molto importanti nel trattamento di raffreddore, sinusiti o bronchiti.

11. Brodo di pollo per il raffreddore

Uno dei rimedi della nonna per combattere il raffreddore velocemente, più conosciuto e utilizzato, è il brodo caldo, in particolare quello di pollo che in effetti funziona perché contiene, oltre ai sali minerali anche la cisteina, un aminoacido in grado di tenere a bada l’eccesso di muco e di contenere i globuli bianchi che favoriscono la congestione. Sempre parlando di dieta anti-raffreddore, molto utili ed efficaci sono le spremute d’arancio o di limone che contengono la preziosa vitamina C, efficace per rinforzare le difese immunitarie e fare, se possibile, anche il pieno di zinco contenuto in carne e pesce, ma anche nelle noci che aiuta a supportare i nostri anticorpi.

Nota bene

Questi rimedi naturali per il raffreddore erano un tempo utilizzati in sostituzione di antipiretici o antibiotici: ad oggi, la presenza di questi farmaci ha indebolito l’uso di rimedi naturali, ma molte persone, consapevoli dei danni e degli effetti collaterali di molti medicinali, continuano a preferire l’uso di rimedi della nonna, contenenti proprietà naturali e benefiche.

Tuttavia, non si deve condannare del tutto l’uso dei farmaci, in quanto in casi particolari ed in situazioni gravi è difficile combattere il raffreddore o altre problematiche con il solo uso dei rimedi naturali: imparare a ricorrere ad essi, però, può essere un modo per diminuire l’uso dei farmaci, che andrebbero utilizzati solo nei casi più gravi.


Condividi sui Social.

Lascia un commento