Maggiorana: proprietà, benefici, usi e controindicazioni

0

La maggiorana è una pianta aromatica molto conosciuta nel settore della fitoterapia. Le sue proprietà sono interessanti dall’azione rilassante per la mente fino ad arrivare ai benefici sulla digestione. Per gli usi invece, la parte impiegata sono le foglie sia fresche che essiccate. L’Origanum Majorana appartiene alla famiglia delle Labiatae e la raccolta delle foglie deve avvenire poco prima della comparsa dei fiori bianco rosa, i quali invece servono per la realizzazione dell’olio essenziale di maggiorana.

Principi attivi della maggiorana

Il 40% di questa pianta sono fibre, il 21% sono ceneri e il 12,50% sono proteine. Si spartiscono la restante percentuale acqua, grassi e zuccheri. Le proprietà della maggiorana sono dovute alla grande quantità di minerali che contiene. Troviamo: il sodio, il rame, il calcio, il magnesio, il potassio, il ferro, il fosforo, il selenio e lo zinco.

Nella maggiorana ci sono diverse vitamine. Come la vitamina A, B (ha la b1, b2, b3 e b6), C, E, K e J. Dall’olio essenziale invece si estraggono i terpeni, i tannini e i flavonoidi.

Proprietà della maggiorana

1. Azione sedativa

La maggiorana vanta tra le sue proprietà più note quella sedativa calmante. Agisce sul sistema nervoso riducendo l’ansia e gli stati di stressIn questo modo anche l’insonnia provocata dal troppo pensare può essere risolta. Questo è possibile grazie alla presenza di magnesio che stimola la funzione nervosa e favorisce anche la trasmissione degli impulsi.

2. Contro il mal di testa

Sempre grazie al magnesio e il suo intervento sul sistema nervoso, la maggiorana è un ottimo rimedio anche contro il mal di testa. In questo caso dovreste usarla sotto forma di tisana.

3. Contro tosse e raffreddore

La presenza della vitamina C all’interno della pianta non la rende solo utile a contrastare l’insorgere degli stati influenzali, ma anche utile contro i sintomi di tosse e raffreddore. Svolge infatti un’azione antispasmodica.

4. Rilassante

L’olio essenziale di maggiorana grazie ai terpeni, i tannini e i flavonoidi, agisce sul corpo e sulla mente rilassandoli. I muscoli si distendono e la mente anche, così da ottenere benefici su larga scala.

5. Contro il mal di denti

Ancora la pianta grazie alle sostanze contenute negli oli essenziali svolge un’azione analgesica sulle infiammazioni del corpo. Allevia infatti il mal di denti ma anche i dolori muscolari in genere.

6. Riduce la febbre

Sappiamo che la febbre è una risposta del corpo davanti a un’infiammazione. La maggiorana in pratica interviene aiutando a ridurre l’infiammazione, provocando indirettamente una riduzione della febbre. Questo è dovuto dalla presenza di terpeni, i tannini e flavonoidi.

7. Migliora la digestione

Essendo una pianta dai principi amari, è utile per i problemi che riguardano la digestione. Potete usarlo come infuso, interviene su una maggiore produzione dei succhi gastrici.

8. Riduce la flatulenza

I principi attivi contenuti nell’olio essenziale di maggiorana intervengono sul nostro organismo riducendo la presenza di gas in pancia. In pratica, aiuta sia contro la flatulenza che il meteorismo. Anche in questo caso la forma di assunzione più indicata è la tisana.

9. Previene le malattie degenerative

All’interno della maggiorana ci sono come abbiamo visto diverse sostanze. C’è la Vitamina A e la C, la luteina, i flavonoidi… tutti con note proprietà antiossidanti. Gli antiossidanti come è risaputo agiscono nei confronti dei radicali liberi. Significa quindi che aiutano a prevenire diverse malattie degenerative ma anche l’invecchiamento precoce della pelle.

10. Protegge la vista

Contiene al suo interno la vitamina A, la quale è risaputo che protegge la salute degli occhi e la vista. Li difende anche dai raggi UVA e dalla degenerazione maculare, la quale invece è tipica dell’avanzare dell’età.

11. Alzheimer

Diversi studi hanno dimostrato che l’Alzheimer può essere contrastato anche dall’uso frequente di maggiorana. E’ ricca di vitamina K e infatti contiene i danni neuronali all’interno del cervello.

12. Diuretica

La presenza di sali minerali e acqua provoca uno stimolo superiore alla minzione, così da eliminare i liquidi in eccesso ed effettuare una pulizia dei reni.

Usi della maggiorana

  • Tisana di maggiorana: La tisana di maggiorana si ottiene macerando in un litro d’acqua circa 50 grammi di fiori secchi sbriciolati. Vanno lasciati riposare in acqua bollente per circa 10 minuti. La bevanda va consumata ancora tiepida.
  • Olio per massaggi: Avete bisogno dell’olio essenziale di maggiorana, tra le 15 e le 20 gocce all’interno di un olio vettore come quello di mandorle dolci. Ottimo per alleviare i dolori muscolari.
  • Suffumigi: I suffumigi sono ideali contro tosse e raffreddore. Dovete mettere le foglie di maggiorana in infusione  inspirare i suoi vapori per una ventina di minuti. Svolge anche un’azione espettorante e battericida.
  • Gargarismi: L’infuso di maggiorana che abbiamo visto al punto uno, lo potete usare quando è tiepido anche per fare dei gargarismi in caso di mal di gola.
  • Tintura madre: La tintura madre di maggiorana va assunta secondo le indicazioni dell’erborista. Si ottiene estraendo l’alcol dai vari componenti della pianta ancora fresca. E’ adatta contro la cattiva digestione, il meteorismo e anche l’herpex simplex.
  • Cucina: In cucina la maggiorana può essere utilizzata con diversi piatti della dieta mediterranea per il suo intenso sapore. Va bene sia con la carne che con il pesce, ma anche con la pizza, i legumi, i funghi, i formaggi… Alcune volte viene usata in sostituzione dell’origano.

Potete usarla sia fresca che essiccata ma, per evitare che le proprietà vadano perse, è bene aggiungerla a fine cottura

Controindicazioni della maggiorana

La maggiorana deve essere evitata da chi è intollerante o allergico ai principi attivi. Per il resto non ci sono particolari controindicazioni. L’olio essenziale va usato solo esternamente e come la tintura madre non va usato in gravidanza e allattamento, così come per i bambini che hanno meno di 12 anni.

Curiosità della maggiorana

Molte persone usano la maggiorana in sostituzione dell’origano. Si presta bene anche alla conservazione visto che, se ben essiccata, può arrivare a durare anche due anni. Ancora c’è da sapere che questa pianta  è usata per preparare i liquori a base di erbe, come il Vermouth. Infine, nel Medioevo veniva usata per la sua presunta capacità di tenere lontani gli spiriti maligni.


Condividi sui Social.

Lascia un commento