I migliori rimedi naturali in caso di dolori mestruali!

0

Un nuovo articolo dedicato esclusivamente all’universo femminile. Questa volta parlo dei tanto comuni (quanto fastidiosi) dolori mestruali (conosciuti anche come dismenorrea). I rimedi naturali che possiamo utilizzare sono tantissimi, non c’è altro da fare che sperimentarli fino a trovare quello giusto per noi!

A livello fisiologico ogni donna sa cos’è la mestruazione. Il corpo espelle l’endometrio, cioè la parete uterina, che era stata preparata per accogliere l’uovo fecondato. Se la fecondazione non avviene, ecco che l’endometrio viene espulso e c’è il sintomo tipico della mestruazione, cioè la perdita di sangue. I dolori del ciclo mestruale possono essere più o meno intensi. Dipende da quanto forti sono le contrazioni che permettono di buttar fuori la parete uterina.

La potenza delle contrazioni aumenta man a mano che è più alta la concentrazione di prostaglandine (gli stessi ormoni del parto), prodotto dall’endometrio.

Ma cosa sono poi, questi dolori mestruali? Le contrazioni causano forti dolori al basso ventre. Sono altri però i sintomi che possono comparire. Come ad esempio le gambe molto dolenti e la sensazione che siano gonfie, dolore al seno, diarrea o stipsi, mal di testa, stanchezza e aumento/diminuzione dell’appetito.

Alcuni sintomi possono essere accentuati nei periodi di forte stress o ansia. C’è poi da considerare che ogni donna ha una soglia di dolore molto diversa dall’altra. Quando i dolori sono talmente forti da impedire di muoversi dall’estero, potrebbe essere necessaria una visita medica.

Quali sono le cause dei dolori mestruali?

  • Partiamo dalle cause fisiologiche. Le contrazioni uterine più sono forti, più causano dolore. Le prostaglandine più sono alte, maggiore è la contrazione uterina e di conseguenza l’intensità del dolore.
  • Quando le contrazioni comprimono i vasi sanguigni dell’utero, ecco che l’afflusso di sangue viene ridotto e di conseguenza il dolore è molto più forte
  • Possono esserci anche cause patologiche. Basta pensare all’endometriosi o i fibromi uterini. Alcune volte può trattarsi della malattia infiammatoria pelvica, altre volte della stenosi cervicale (la cervice ha un’apertura molto piccola del normale e il flusso mestruale è contrastato). Possono essere coinvolte anche le cisti ovariche.

La giusta alimentazione per prevenire i dolori mestruali

Una corretta alimentazione è sicuramente d’aiuto per prevenire i dolori mestruali. I 14 giorni prima del ciclo, cioè quelli che vanno dall’ovulazione alla mestruazione, dovrebbero essere quelli maggiormente “curati” dal punto di vista della dieta. In questo periodo infatti, dovremmo mangiare soprattutto cibi molto ricchi di magnesio. Le verdure verdi, ma anche gli arachidi e le mandorle.

Le verdure in generale comunque sono ottime, così come sono importantissimi i carboidrati, ma anche la frutta. Andrebbero ridotti o eliminati i latticini, le carni di pollo e vitello per via degli elevati livelli ormonali e i cereali raffinati.

7 alimenti utili contro i dolori mestruali

  1. Fagiolini
  2. Zucchine
  3. Pasta
  4. Riso
  5. Patate bollite
  6. Pisellini
  7. Frutta

Rimedi naturali per i dolori mestruali: tot consigli

  1. Camomilla: per la dismenorrea è sicuramente uno dei rimedi naturali più conosciuti. Agisce infatti come antinfiammatorio. Potete usare la pianta per preparare infusi da bere oppure, l’olio essenziale diluito in olio vettore, per fare dei massaggi locali.
  2. Salvia: conosciuta proprio per regolare il flusso mestruale e ridurre il dolore.
  3. Olio essenziale di lavanda: è un perfetto antispasmodico e interviene diretto sulle contrazioni muscolari. Calma gli spasmi addominali.
  4. Olio di borragine: allevia i dolori mestruali. Non solo il mal di pancia, ma anche quello al seno. Potete usarlo come olio da massaggio oppure, acquistare in farmacia l’integratore alimentare per un’azione decisamente più veloce.
  5. Achillea: è indicata sia per i dolori mestruali, sia per quelli premestruali. Riequilibra l’intero sistema ormonale. Riduce gli spasmi dolorosi, ma anche i sintomi psicologici come il nervosismo, gli sbalzi d’umore, la stanchezza e l’irritabilità. E’ un buon rimedio anche in caso di mestruazioni particolarmente abbondanti.
  6. Agnocastro: i suoi frutti sono antispasmodici. Proprio come l’achillea agisce sulle contrazioni uterine, ma anche l’ansia e gli sbalzi d’umore. Se alla fase mestruale è legata un accenno di depressione, può esservi doppiamente di aiuto!
  7. Calendula: la tintura madre per un uso interno, utile quando il dolore deriva dalle mestruazioni troppo abbondanti o scarse. Questo perché in ogni caso va a regolare il flusso. Alleviando allo stesso tempo i dolori.
  8. Fiori di Bach: è difficile indicare un fiore di Bach specifico per i dolori mestruali. Questo perché agiscono sullo stato emotivo. Dovete valutare quali sono i sintomi mentali che accusate durante il periodo mestruale e pre-mestruale, in modo da farvi preparare una miscela adatta a voi. Spesso comunque il Rescure Remedy è un rimedio eccellente. Contro il nervosismo per esempio è utile Vervain, per l’irritabilità Larch.
  9. Olio essenziale di geranio: questo rimedio aromaterapico è perfetto per i dolori della mancia ma anche quelli della testa. Massaggiatelo sul basso ventre (mischiato con un po’ di olio vegetale) e inalate il suo profumo contro le nevralgie.
  10. Olio essenziale di rosa: vi consiglio questo olio se avete mestruazioni particolarmente abbondanti. Ridimensiona gli squilibri ormonali.

Rimedi omeopatici

I rimedi omeopatici devono prescriverli i medici omeopati. Molto spesso comunque viene prescritto il rimedio a base di cimifuga, cioè l’Actaea Racemosa 9 CH. E’ particolarmente indicata quando le mestruazioni sono dolorose. Quando i dolori sono crampiformi può andar bene la Magnesia Phosphorica. In caso di nausea e debolezza, Veratrum Album 9 CH.

Esercizi utili contro i dolori mestruali

Potete praticare un po’ di attività durante il ciclo mestruale. Vanno bene anche esercizi dolci. Provate con lo yoga. Non importa se non siete esperte nella disciplina. Potete iniziare con le posizioni semplici come ad esempio la posizione del gatto. Dovete solo mettervi a quattro zampe. Con mani, ginocchia e piedi a terra.

Un’altra ginnastica dolce è il pilates. Altrimenti, potete ricorrere alle semplici tecniche di rilassamento. Durante il ciclo mestruale non è assolutamente detto che dovete lasciarvi andare alla vita sedentaria. Una cosa certa però è che incrementa il flusso mestruale, quindi attenzione se avete un ciclo già di per se abbondante!

Il dolore comunque, così come la sensazione di pesantezza, può essere contrastato dalla ginnastica dolce. Se il dolore è tanto e non riuscite a muovervi, potete ricorrere alla riflessologia plantare e lavorare bene ai lati del tallone, questo perché è la zona legata alle ovaie e l’apparato riproduttore.


Condividi sui Social.

Lascia un commento