Olio essenziale di cipresso: proprietà, benefici, usi e controindicazioni

0

L’olio essenziale di cipresso è meno conosciuto rispetto ad altre essenze, pensiamo a quella alla lavanda per esempio oppure al patchouli. Tuttavia, come potete vedere voi stessi qui sotto, sono tante le proprietà e i benefici che offre al corpo umano. Le essenze si rivelano rimedi formidabili in diverse occasioni, come per esempio se vi sentite stressati, siete spossati a livello fisico e mentale, avete la tosse, il raffreddore etc.

Oggi però ci concentriamo esclusivamente sulle cose che riguardano l’olio essenziale di cipresso. Rispondiamo quindi alle domande relative alle proprietà, come si usa e quali sono le possibili controindicazioni. .

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di cipresso

Di oli essenziali ne sono presenti in commercio un numero incredibile, ma il prodotto in questione e quindi protagonista di oggi è l’essenza di cipresso. E’ ottenuto dalla pianta  nota in botanica come Cupressus sempervirens e da essa viene ottenuto (grazie al metodo di estrazione in corrente di vapore) l’olio essenziale di cipresso. Ma tale prodotto quali proprietà e benefici può fornirvi? Vediamolo subito.

1. Anti-depressivo

Usatelo con il rimedio della diffusione ambientale, in questo modo l’olio essenziale di cipresso può accompagnarvi in tutta la casa grazie alla sua diffusione in ogni ambiente. Inspirare il suo odore è utile per ridurre numerosi problemi che interessano la vostra sfera della tranquillità. Per esempio, è noto come anti-depressivo ma è anche apprezzato come alleato in caso di ansia e stress. Può facilitare la lotta contro i traumi, anche nelle relazioni finite è spesso un valido alleato.

2. Tonico e stimolante per la circolazione

Nel prossimo paragrafo potete vedere gli usi e nello specifico il secondo punto, quello che parla dell’azione tonica dell’olio essenziale qui presente. Viene infatti in vostro aiuto se soffrite per esempio di crampi muscolari, nervi lievemente stirati e disturbi circolatori. Serve solo un bel bagno nella vasca con l’aggiunta di questo olio, tra poco vi spieghiamo nel dettaglio come.

3. Espettorante

Per uso interno ed esterno è un eccellente prodotto, l’olio essenziale di cipresso infatti annovera diverse proprietà espettoranti. Queste sono utili per liberare le vie aeree dal catarro e dal muco. Per ottenere questo effetto occorrono i solidi bagni di vapore, cioè inspirare dal naso i vapori dell’acqua calda dove dentro sono state aggiunte le gocce di essenza.

4. Mal di testa

In aromaterapia è un’essenza suggerita per il trattamento del mal di testa, specie quando questo è proveniente dallo stress o il nervosismo. In genere anche una o due gocce in un fazzoletto possono dare sollievo. Se inoltre non riuscite a dormire, provate lo stesso metodo sul cuscino oppure sul fazzoletto, ma stavolta lasciato sul comodino tutta la notte.

Usi dell’olio essenziale di cipresso

L’olio essenziale di cipresso è amico del corpo e della mente, ma come si usa? Leggendo vari articoli nel web, vi potete rendere conto che il settore degli oli essenziali ha si tanti prodotti, ma non un’ampia scelta d’uso! La differenza infatti risiede nelle proprietà del prodotto e non sul suo modo d’impiego. Per quanto riguarda l’essenza ricavata dal cipresso ecco per cosa è indicata.

  • Uso interno. Se specificato sulla confezione che è per uso interno, allora potete assumerlo. Ma come? Ricordate che gli oli essenziali sono prodotti concentrati e li dovete sempre e solo attraverso l’apposito contagocce, questo è già compreso con il contenitore al momento dell’acquisto. La posologia è di 1 goccia all’interno di un cucchiaio piccolo di miele. Si tratta di un rimedio che offre aiuto in caso di mal di gola e tosse. Chiedete al vostro medico per quanto potete farne uso. Importante che non siete a stomaco vuoto.
  • Vasca da bagno. Il così detto bagno tonificante che può “rimettervi in piedi” dopo una sola seduta. Il trattamento è semplice, aprite l’acqua calda e riempite la vasca. Al suo interno aggiungete 8 o 10 gocce di olio essenziale di cipresso. Con la mano agitate un po’ e dopodiché immergetevi lasciando la testa fuori. Il tempo minimo è di circa 10 minuti ma potete anche stare un po’ di più al suo interno. Ottimo rimedio per la circolazione e le tensioni che riguardano muscoli e nervi.
  • Diffusione ambientale. La diffusione ambientale è un’arma molto valida da sfruttare per ricoprire un ampio raggio d’azione che interessa l’ambiente domestico o lavorativo. Voi non dovete fare altro che procurarvi (costano pochissimo) un bruciatore di essenze. Dopodiché acquistate l’olio essenziale e procedete pure all’uso. Come funziona? Nel bruciatore di essenze unite 1 goccia per ogni metro quadro dell’ambiente. L’aria non sarà più cupa, lo stress e le tensioni vengono allontantate, moltissimi cattivi odori vengono eliminati e la vostra mente si sentirà più libera. Ricordatevi di usare l’olio essenziale di cipresso a tale proposito.
  • Suffumigi. Dato che è noto come olio essenziale dall’azione espettorante, potete farne uso come rimedio contro il naso chiuso e la tosse. Come già sapete il metodo rimane invariato, ossia una pentola -o bacinella- con acqua bollente e poche gocce di essenza al suo interno. Inalate i vapori e coprite il capo (mediante l’uso di uno straccio) mentre lo fate.

Controindicazioni dell’olio essenziale di cipresso

Ricordate sempre che  qualunque olio essenziale sceglierete di comprare per il vostro benessere, dovete utilizzarlo sempre con una certa attenzione. Quindi considerate sempre, la frequenza, le quantità d’uso e alcune regole da tenere a mente, prima tra queste se è adatto per uso interno oppure no? Per quanto riguarda l’essenza di cipresso abbiamo preparato un piccolo elenco in proposito sulle cose da sapere riguardo le sue controindicazioni.

  • Nelle donne che producono più estrogeni (iperestrogeniche) non è suggerito l’uso di questo rimedio.
  • Se aspettate un bambino, può non essere adatto l’utilizzo e per questo è meglio che vi astenete dallo sceglierlo.
  • Ricordatevi di utilizzare sempre un olio vettore per diluire qualunque olio essenziale, compreso questo di cipresso
  • Le mamme che stanno allattando non possono usarlo internamente

Curiosità della pianta del cipresso

I rami giovani della pianta del cipresso sono raccolti per poi essere lavorati, dando così modo di ricavare alle industrie l’olio essenziale di cui abbiamo parlato oggi. Il cipresso è un albero sempreverde, la cui altezza può superare di gran lunga anche i 40 metri.

La pianta è mediterranea e ha origini antiche. I greci lo attribuivano al lutto e questo vale anche per gli antichi romani. Molte sono le storie che riguardano il cipresso, basta pensare appunto che diversi popoli lo ritenevano un albero sacro. Nel 600 a.C era già una pianta di tutto rispetto per i persiani.

Oggi come in passato il cipresso trova uso come pianta ornamentale, è infatti molto bella e come detto precedentemente raggiunge importanti misure. Il cipresso tuttavia è anche legato alla religione cristiana, come? Gesù venne crocifisso e la croce venne realizzata con quattro tipi di legno, tra questi cera anche il cipresso.

Il legno della pianta del cipresso è molto buono, basta pensare che trova molti utilizzi. È anche un materiale dalla ottima resistenza all’umidità. Che dire dei tarli? Insetti che rovinano mobili (anche di pregio) e non solo. Il cipresso ha infatti una eccellente resistenza.


Condividi sui Social.

Lascia un commento