Olio essenziale di Vetiver: proprietà, benefici, usi e controindicazioni

0

Gli oli essenziali sono prodotti molto potenti e vengono ricavati dalle numerose piante presenti in natura. In genere viene utilizzato come metodo di estrazione la “distillazione in corrente di vapore” ma sappiate che questo non è l’unico modo per ottenere tali oli concentrati. Oggi vediamo l’essenza di vetiver. Cosa c’è sapere in merito? Possiamo dirvi che è un olio molto profumato e proprio per questo tanto apprezzato, ha un aroma che un mix tra dolce e amaro. Ma non si tratta di un profumo -il cui obbiettivo è solo quello di essere piacevole- l’essenza di vetiver infatti è amica del corpo, in quanto può porre rimedio nei confronti di alcuni disturbi legati alla salute. Ricordiamo tra questi l’abbassamento delle difese immunitarie.

L’olio essenziale di vetiver ha diverse proprietà interessanti. I suoi benefici possono essere sfruttati sia per il corpo che la mente. La cosa importante è usarlo nel modo opportuno, facendo attenzione anche alle controindicazioni.

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di vetiver

Sistema immunitario

La sua prima azione è quella di stimolare le difese immunitarie, si annoverano infatti proprietà immunostimolanti e quindi indicate per combattere numerosi problemi. Ricordiamo appunto una cosa, se il corpo ha un sistema immunitario che lavora bene significa che vi potete difendere in maniera ottimale da virus e batteri. Quindi influenza, raffreddore, febbre e non solo.

Antireumatico

Precedentemente lo abbiamo suggerito contro i dolori articolari e quelli reumatici. Tutto questo si deve alle sue nobili proprietà. L’essenza in questione è infatti un ottimo antireumatico. Funziona anche da antispasmodico.

Stress

Lo stress e gli attacchi d’ansia sono problemi comuni, disturbi oggi giorno che potete trattare in mille modi. Uno tra questi e che rientra nel settore dei “rimedi naturali” è l’uso degli oli essenziali. Cercate anche di avere sogni migliori? I pensieri vi impediscono di dormire più sereni? Provate l’olio essenziale di vetiver assieme alla vaniglia.

Antisettico

Apprezzato per la pelle grazie all’azione antisettica che può sprigionare. Viene suggerito per la pelle, specie quando si parla di impurità. Se avete la pelle grassa, sappiate che è un valido alleato.

Afrodisiaco

Noto come afrodisiaco per l’universo femminile, lo dovete impiegare in modo giusto e senza abusarne. L’aromaterapia è sufficiente per garantirvi ottimi risultati. Chiedete comunque al vostro erborista di fiducia.

Usi

In questo paragrafo ci sono informazioni riguardanti gli usi dell’olio essenziale di vetiver. Ricordate comunque che non è suggerito per l’applicazione interna. Per cui tutto il materiale qui dentro fa riferimento all’impiego esterno.

  • Massaggi. Il prodotto protagonista di oggi -vale a dire l’olio essenziale di vetiver- è utilizzato comunemente per i massaggi sul corpo, quindi stiamo parlando di uso esterno. Ricordatevi sempre di diluirlo in olio vettore. Tra i benefici che può fornire è utile per la digestione (se massaggiato sul ventre) e per alcuni disturbi come i reumatismi o dolori articolari.
  • Aromaterapia. Principalmente è noto il suo uso attraverso la diffusione ambientale. Riduce lo stress, ma vi sarà anche utile se siete nervosi o stanchi. Vi permette anche di stimolare il cervello, aumentando così la memoria e la capacità di attenzione. Come lo dovete usare vi state sicuramente chiedendo? Vi occorre solo un bruciatore di essenze e un dosaggio idoneo. Considerate 1 goccia per ogni mq dell’ambiente da utilizzare, tutto qui.
  • Tonico. In questo caso parliamo in modo specifico di un prodotto tonico per la pelle, quindi anche un alleato per la vostra bellezza. Offre benefici in questo ambito, per esempio riduce le infiammazioni, rende la pelle più elastica e giovane, la mantiene più luminosa. Ricordatevi di usarlo solamente quando avete finito la normale pulizia del viso.

Se cercate altri impieghi domandate pure a un esperto in materia, noi possiamo anche aggiungere che viene spesso utilizzato come ingrediente per le maschere dei capelli. In particolare pare utile per ridurre il sebo quando ne viene prodotto più del normale.

Controindicazioni dell’olio essenziale di vetiver

Ricordatevi, fate sempre attenzione alle controindicazioni dato che possono essere anche di seria natura! Gli oli essenziali infatti non sono prodotti da prendere così alla leggera e ci teniamo a dire quanto non sia insolito che le controindicazioni (e gli effetti collaterali) si manifestino.

Per quanto riguarda l’olio essenziale di vetiver è solo per uso esterno, perciò non potete assolutamente assumerlo. Per quanto riguarda i bambini invece,  un po’ come quasi tutti gli altri oli essenziali, anche quello di vetiver non è stato pensato per i bambini. Per cui non deve mai essere alla loro portata. Gli oli essenziali si misurano in gocce e dovete sempre diluirli prima di applicarli sulla pelle. Queste sono tutte cose che un bambino non farebbe mai. Inoltre non dimenticatevi anche la ridotta tolleranza dei bambini nei confronti degli oli essenziali.

In dolce attesa non è indicato, proprio per questo le mamme devono astenersi dall’uso di tale prodotto. Anche nella fase dell’allattamento la mamma è meglio che lo eviti.

Poi, gli oli essenziali sono tutti da diluire. Non sentirete mai il “via libera” all’uso interno o esterno di tali sostanze. Dunque, in entrambi i casi vi serve una diluizione corretta. Ecco cosa vi occorre sapere.

Infine non dovete abusare con la quantità ma piuttosto farne un uso attento e nel caso di dubbi, sempre sotto controllo da parte del vostro erborista di fiducia.

Curiosità della pianta

La Vetiveria zizanoides è una pianta dalle origini indiane ed è la solita da cui viene ottenuto l’olio essenziale di vetiver. Sia la pianta che l’olio hanno interessanti proprietà, infatti non poteva mancare la sua essenza per la cura del corpo, della mente e perché no, della bellezza.

Ricordiamo che in genere l’altezza della Vetiveria zizanoides non supera i 150 cm. Ha fiori molto belli, il colore è variabile dal viola fino al marrone. Alcuni dei Paesi che detengono il mercato nella produzione sono: gli Stati Uniti, la Thailandia e il Pakistan. La medicina ayurvedica usa molto la pianta qui presente, in particolare quando i problemi interessano le malattie del sangue, le ulcere, il mal di pancia e non solo. È la radice la parte che trova uso.


Condividi sui Social.

Lascia un commento