Pancia gonfia: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli

0

La pancia gonfia è un fenomeno che spesso ha origine da uno stile di vita irregolare, alimentazione scorretta e abitudini sedentarie. Tutti questi fattori incidono negativamente sul sistema gastro-intestinale e favoriscono il problema della pancia gonfia. Ma cosa si intende esattamente per pancia gonfia? Il termine pancia gonfia si riferisce ad un fastidioso gonfiore dell’apparato gastrointestinale dovuto a gas stagnanti che provocano anche crampi e spasmi. I gas provocano meteorismo e a volte anche dissenteria: questi due fattori sono dovuti ai cibi che fermentano, alla cattiva masticazione, al fumo e alla cattiva digestione. Se è presente grasso addominale si rischia, in presenza di pancia gonfia, di dare origine a danni cerebrali e cardiovascolari.

La scarsa attività fisica, la vita sedentaria e l’alimentazione scorretta, uniti a obesità e grasso addominale, possono creare gonfiori di pancia talmente forti da temere per la salute.

Pancia gonfia: le cause

Una tra le prime cause della pancia gonfia è indubbiamente l’alimentazione scorretta, ma hanno una certa influenza anche le intolleranze alimentari. Infatti, a volte il gonfiore addominale si presenta perché si è intolleranti ad un determinato alimento, ma magari non se ne è a conoscenza. Basterebbe fare un semplice test per scoprire a quali alimenti si è intolleranti ed eliminarli dalla dieta per non soffrire di pancia gonfia.

Altre cause più frequenti del gonfiore addominale sono: consumo di cibi infiammatori; alcune forme cancerogene come quelle del colon; la cirrosi epatica, dovuta quasi sempre all’abuso di alcolici; insorgere della colite, che consiste nell’infiammazione del colon; accumulo di tensione psicologica di cui non ci si è liberati; eccessivo consumo di cibi e acqua in lassi di tempo piuttosto brevi; mangiare rapidamente e masticare poco; intolleranze alimentari come quelle al glutine e al lattosio; una peritonite o un endometriosi in corso.

La cattiva digestione è senza dubbio un’altra tra le cause più frequenti che danno origine al gonfiore addominale: la cattiva digestione ovviamente avviene in seguito ad un consumo esagerato di cibi troppo calorici e difficili da digerire.

Un’altra causa è quella dell’eccessiva ingestione di aria durante i pasti: è infatti opportuno non parlare troppo durante la masticazione e mangiare anche lentamente, in modo da permettere all’apparato digerente di assimilare il cibo e digerirlo. Anche l’assunzione eccessiva di bibite gassate durante i pasti può causare la pancia gonfia, quindi è preferibile bere poco e parlare anche meno.

A contribuire all’insorgenza del gonfiore addominale è anche lo stress, che rappresenta il principale capro espiatorio della sindrome del colon irritabile.

I sintomi della pancia gonfia

La pancia gonfia è un disturbo molto comune ma a soffrirne sono in prevalenza le donne, che spesso si trova no impossibilitate a compiere determinati movimenti o magari impedisce loro di indossare qualche abito aderente. Il disagio provocato dal gonfiore della pancia porta malessere non solo a livello fisico ma anche psicologico.

E’ da specificare che vi sono vari tipi di pancia gonfia: uno dei casi più frequenti è dato dal meteorismo, i cui sintomi sono dati dall’eccessiva aria accumulata nella pancia. Questo tipo di gonfiore si manifesta con una sensazione di pesantezza e i soggetti colpiti accusano stitichezza, difficoltà digestive, coliti e aereofagia. Oltre alla pesantezza, il gonfiore addominale può manifestarsi con altri sintomi come eruttazioni, crampi, flatulenza e anche diarrea. Inoltre, tra i sintomi più diffusi può verificarsi un malessere generale e quindi con cefalea e un senso di stanchezza profondo.

Pancia gonfia: i rimedi naturali

I rimedi naturali per la pancia gonfia non hanno effetti collaterali e quindi costituiscono un vantaggio per l’apparato gastrointestinale che è sempre molto sensibile all’azione dei farmaci.

Tra i rimedi naturali le tisane sono quelle più diffuse e più efficaci: sono infatti molte le ricette a base di erbe per preparare infusi efficaci in grado di alleviare il gonfiore di pancia, come quello a base di anice. La tisana di anice dà molto sollievo dopo aver ingerito eccessive quantità di cibo. Efficace è anche la valeriana, a cui si può associare il tiglio, la melissa, il biancospino e la camomilla. Quest’ultima, anche se non depura, rilassa la muscolatura dello stomaco e dell’intestino e placa gli stati di ansia e gli spasmi.

Un’altra pianta molto efficace è anche lo zenzero, molto utilizzato e conosciuto per risolvere il problema della pancia gonfia, così come il carbone vegetale, un rimedio valido e riconosciuto efficace per la pancia gonfia, soprattutto per casi in cui il problema tende a persistere.

Un’altra valida alternativa naturale è il massaggio, arte antica molto utilizzata per il gonfiore addominale; tra le tecniche più note ed efficaci è possibile ricordare lo shiatsu, che tratta in particolare la zona addominale.

Pancia gonfia: cosa mangiare e i cibi da evitare

In caso di pancia gonfia l’alimentazione rappresenta il fattore principale da tenere sotto controllo, poiché ciò che ogni giorno ingeriamo caratterizza in maniera determinante la nostra salute. Come regolarsi dunque in presenza di gonfiore alla pancia?

Prima di tutto, è importante ricordarsi di mangiare masticando bene ogni pezzetto di cibo, con lentezza e senza fretta. Spesso infatti si mangia frettolosamente, sia perché abbiamo sempre tante cose da fare sia per abitudine, e questo poi comporta l’inevitabile gonfiore di pancia.

Tra gli alimenti da mangiare liberamente per chi soffre di pancia gonfia, ritroviamo: il tè verde, il pepe, il peperoncino, lo yogurt bianco intero, il grano saraceno, il pesce, il pompelmo ed il cavolo rosso. Introdurre questi alimenti nella dieta quotidiana significa aiutare l’organismo a depurarsi e favorire tutte le attività intestinali deficitarie in caso di pancia gonfia. Inoltre, questi alimenti intervengono in maniera diretta sui gas presenti nello stomaco e nell’intestino.

Tra i cibi invece da evitare o perlomeno da ridurre per non soffrire di gonfiore di pancia vi sono la pasta e i farinacei in genere, le salse piccanti, i legumi, le bevande gassate, i cereali integrali. Inoltre, è opportuno evitare di ingerire bevande fredde, bevande zuccherate, cibi fritti e crudi, che tendono a fermentare nell’intestino.

Consigli per chi soffre di pancia gonfia

Di solito, chi soffre di pancia gonfia, trae grandi benefici dall’attività fisica. Ciò accade perché spesso, all’origine di questo malessere vi è una vita sedentaria che rallenta i processi digestivi: in questi casi il movimento fisico è un’ottima soluzione per curare e, in un certo qual modo, prevenire il gonfiore addominale. Per questo è quindi consigliabile, per chi soffre spesso di questo disturbo, fare palestra, camminare oppure ricorrere a particolari tecniche di rilassamento come il training autogeno.

Per chi ha poco tempo e preferisce andare in palestra, può frequentare corsi di tai-chi, pilates, yoga e altre tecniche di ultima generazione che rieducano l’organismo e consentono di respirare correttamente e rilassare i muscoli. E’ anche consigliabile assumere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno.

Infine, mai coricarsi subito dopo aver cenato, poiché si potrebbe bloccare la digestione e dare luogo a quelli che sono i sintomi tipici della pancia gonfia. E’ consigliabile addormentarsi almeno due ore dall’ultimo pasto per essere sicuri di non avere disturbi di alcun genere.

Infine, l’ultimo consiglio per evitare il gonfiore di pancia è quello di consumare 5/6 piccoli pasti nel corso della giornata, in modo da non affaticare il processo di digestione ed evitare l’accumulo di aria nello stomaco.


Condividi sui Social.

Lascia un commento