Olio essenziale di menta: proprietà, benefici, usi e controindicazioni

0

Oggi parliamo di una delle essenze più apprezzate e note sulla terra, l’olio essenziale di menta. Un prodotto dai molteplici utilizzi, le cui proprietà possono giovare all’intero organismo grazie alla sua azione tonica, antiossidante e non solo. Ecco cosa c’è da sapere sull’olio ricavato dalla menta piperita grazie al metodo della distillazione in corrente di vapore di foglie e sommità della pianta.

Olio essenziale di menta: composizione chimica

L’olio essenziale di menta è ricavato dalla Mentha piperita, ed è un prezioso alleato per il corpo e la mente. Al suo interno si possono trovare alcune sostanze tra cui il mentolo, il mentone, l’acetato di mentile, il limonene, il β-pinene e altri…. Il mentolo per esempio è utile in quanto analgesico e vasodilatatore. Come detto precedentemente nell’essenza vi sono anche tracce di mentone, tale componente svolge molte azioni tra cui quella di analgesico, antisettico e stimolante.

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di menta

1. Antiossidante

L’olio essenziale di menta è un prezioso alleato per il corpo in quanto antiossidante. Questo significa che combatte i radicali liberi, niente di meno che le molecole responsabili dell’invecchiamento e dell’ossidazione cellulare. Per questo l’uso è d’aiuto per vari fattori, anche potenziare il sistema immunitario contro l’attacco di batteri e virus. La sostanza più utile in questo caso è il limonene.

2. Digestivo

La menta è un potente digestivo e anche la sua essenza non è da meno. Ricordatevi che prima di assumerla dovete essere certi che sia anche per uso interno. Generalmente si consiglia 1 goccia diluita in un cucchiaio piccolo di miele. I benefici sono molti, per esempio stimola la digestione ma combatte anche la flatulenza. È inoltre apprezzato come rimedio contro gli spasmi e addirittura la diarrea.

3. Analgesico e vasodilatatore

La menta dispone di una buonissima composizione chimica e il suo olio essenziale infatti è utile al corpo umano, questo naturalmente quando impiegato con parsimonia. Grazie alle presenza del mentolo (nonché componente principale), agisce contro mal di testa e mal di gola. Inoltre può anche aumentare l’afflusso del sangue.

4. Antisettico e battericida

La presenza del mentone è utile per rendere il prodotto di cui stiamo parlando oggi, un valido rimedio antisettico nei confronti dell’organismo. Secondo gli esperti sempre questa sostanza permette una buona azione stimolante. Ma non è tutto, la menta fin dai tempi remoti era nota come battericida sempre per la presenza del mentolo.

5. Azione dimagrante

La disponibilità del mentolo pare sia utile per favorire il dimagrimento. Questo perché tale componente ha la capacità di stimolare il metabolismo. Un’azione dovuta dallo stimolo delle cellule del tessuto adiposo. Chiedete pure a un professionista per maggiori informazioni e metodologie d’uso.

6. Espettorante e disinfettante

Una delle prime azioni riconosciute sia alla pianta che al suo olio essenziale è proprio l’effetto espettorante. La menta esercita quindi un doppio effetto, vale a dire che oltre a dimostrarsi un rimedio dalle proprietà espettoranti per le vie aeree è anche un buon disinfettante. È il mentolo ancora una volta il prezioso alleato che rende tutto questo possibile.

Usi dell’olio essenziale di menta: 7 tutti indicati

Sono sorprendenti gli usi che potete fare con l’essenza alla menta. Qui sotto ne abbiamo elencati 7 affidabili nonché molto conosciuti. Cominciamo subito.

  • Mal di denti. L’olio essenziale di menta lo potete utilizzare per la vostra igiene orale. La sua azione si dimostra adatta anche per lenire il mal di denti. Eseguite degli sciacqui con una soluzione che prevede 200 ml d’acqua, del bicarbonato e 1 o 2 gocce di essenza. Ricordatevi che non è da assumere
  • Concentrazione. Sia per quanto riguarda l’attenzione che la concentrazione, l’olio essenziale di menta fa al caso vostro. Rende più sereni e sanifica anche l’ambiente dove viene utilizzato. Il miglior modo per poterlo sfruttare è senza dubbio attraverso la diffusione ambientale. La quantità è 1 goccia per ogni mq della stanza, utilizzate pure un bruciatore di essenze per il suo utilizzo
  • Mal d’auto. Non è una novità che l’essenza qui presente sia utile in caso di mal d’auto. Non dovete far altro che inalare l’essenza, il metodo più comune è quello del classico fazzoletto a cui avete aggiunto 2 o 3 gocce di olio essenziale. Ricordiamo che è altrettanto utile anche quando si parla di mal di mare o d’aereo. Usatelo al momento del bisogno
  • Alitosi. La menta da tempi remoti è utilizzata come alleata contro l’alitosi. La sua azione è molto rinfrescante, inoltre offre anche un buon odore all’alito. Ecco perché la potete trovare comunemente come ingrediente nei dentifrici, nelle caramelle e così via…. Il rimedio in questo caso può essere sempre il medesimo degli sciacqui, ovvero il primo punto dell’elenco
  • Repellente per insetti. In questo caso lo potete utilizzare come alleato contro gli insetti e se considerate che ci stiamo avvicinando all’estate non è affatto male no? Attraverso un bruciatore di essenze lo potete diffondere nella casa, così che possa tenere distante alcune tipologie di insetti. Ricordiamo che le zanzare sono tra le prime a non amare la menta. La quantità è sempre la stessa, 1 goccia per ogni mq. Ricordiamo che funge anche da antibatterico
  • Vasca da bagno. Lo potete utilizzare contro i dolori articolari e quelli muscolari, vi è sufficiente versarne una minima quantità (poche gocce) nella vasca da bagno. Tuttavia, ricordiamo che anche mediante dei massaggi localizzati nelle zone interessate potete ottenere buoni risultati. In quest’ultimo caso vi bastano 2 o 3 gocce in un cucchiaio grande di olio vegetale
  • Suffumigi. Gli potete sfruttare per l’azione espettorante e rinfrescante. Non dovete far altro che aggiungere qualche goccia nell’acqua, questa deve bollire in una pentola prima. Appena raggiunge la temperatura spegnete il fuoco e con un asciugamano a coprirvi il capo, tenete la testa vicina così da poter inalare i fumi.

Controindicazioni dell’olio essenziale di menta

L’olio essenziale di menta non lo dovete utilizzare frequentemente e neppure assumere in quantità superiori a quelle consigliate da un esperto. Consultate uno specialista per la posologia corretta, inoltre come accennato precedentemente l’uso interno deve essere specificato sulla confezione. come avvertenze ricordiamo che va sempre diluito, l’uso allo stato puro può risultare irritante e quindi dannoso. Ricordatevi di tenerlo lontano dalla portata dei bambini, inoltre non abusate con i dosaggi giornalieri e sappiate che possono verificarsi casi di allergie o intolleranze sia alla pianta che alla sua essenza.

Curiosità sulla pianta della menta

La menta è una pianta che l’uomo utilizza da tempi molto lontani. Già in passato antichi popoli la suggerivano per innumerevoli scopi e tutti ai fini terapeutici. Oggi la menta piperita (da cui viene anche ricavato l’olio essenziale in questione) è una delle specie botaniche più note al mondo.

Apprezzata per la sua versatilità e questa riguarda anche il settore alimentare, essendo appunto una pianta particolarmente indicata in cucina. Ricordiamo alcune ricette molto buone: pesce spada speziato alla menta, meringata di lamponi e menta e infine le frittelle alla menta. Come potete vedere da soli gli usi di questa pianta possono interessare sia i secondi piatti che i contorni o i dessert. Può anche accentuare il gusto di alcune bevande analoliche e non. Un utilizzo comune della menta, riguarda l’impiego dello sciroppo di menta, buonissimo sia nell’acqua che nel latte.

L’olio qui presente lo potete utilizzare anche quando siete nervosi o soffrite di stress. Questo perché è capace di offrire benefici all’olio al sistema nervoso centrale. Addirittura pare possa rivelarsi indicato per tutti coloro che soffrono di insonnia


Condividi sui Social.

Lascia un commento