Vesciche: cause, sintomi e rimedi naturali

0

Cosa sono le vesciche? Quali sono le cause e i sintomi? Analizziamo questi aspetti principali e dopo, i rimedi naturali che aiutano a trovare sollievo e i metodi per prevenire il problema.

Le vesciche non sono altro che il plasma e altri fluidi che si accumulano nell’epidermide tra uno strato e l’altro, oppure tra l’epidermide e il derma.

Perché accade questo? Si tratta fondamentalmente di un normalissimo meccanismo di difesa da parte dell’organismo. Quando sul corpo si forma una vescica è perché quella precisa zona ha bisogno di rigenerarsi. Ciò che provoca tale esigenza è per esempio uno sfregamento eccssivo o continuo della parte, oppure un’ustione.

La vescica impedisce che la zona venga infettata dai batteri, la mantiene quindi pulita e lontana dal rischio di un’infezione. Può capitare di vere all’interno tracce di sangue. Accade in seguito a frequenti microtraumi che portano alla rottura dei capillari.

Quali sono le cause delle vesciche ai piedi?

Abbiamo visto che le principali cause sono le ustioni oppure gli sfregamenti eccessivi. Sono particolarmente inclini a soffrirne le persone che per lavoro camminano tanto, oppure alcuni sportivi come gli sciatori, i canottieri, i cestisti, i tennisti, i ciclisti, i calciatori etc.

Possono esserci altre cause oltre quelle meccaniche. La vescica può comparire per esempio quando la persona soffre di dermatite allergica da contatto oppure di disidrosi.

La dermatite allergica da contatto di verifica quando vi è un’allergia verso uno o più dei materiali presenti nella scarpa. Le vesciche sono accompagnate in questo caso da un ulteriore sintomo ed è il prurito. Se invece si parla di disidrosi, il sintomo principale del problma è proprio la formazione delle vesciche, che compaiono sia sulle mani che sui piedi.

La causa più frequente resta quella meccanica. Le pressioni e gli sfregamenti infatti portano al danneggiamento della pelle, che risponde in questo modo per proteggersi. I fattori di rischio sono:

  • Portare sempre le scarpe chiuse e molto strette
  • Indossare i tacchi alti di bassa qualità e scomodi
  • Le ciabatte infradito
  • Camminate molto lunghe con scarpe pesanti e che non permettono al piede di respirare bene

Anche l’umidità e le alte temperature aggravano il problema. E’ importantissimo quindi scegliere le calzature adatte. Devono essere della giusta misura, comode e che lasciano respirare il piede.

Come prevenire la formazione delle vesciche ai piedi

Le vesciche ai piedi sono piuttosto frequenti e purtroppo in alcune circostanze è difficile prevenirle. In ogni caso ci sono delle azioni da adottare che permettono quanto meno di alleviare un po’ il problema.

Se le vesciche sono collegate all’attività sportiva, cercate di utilizzare l’attrezzatura adatta, scarpe di qualità, calzini traspiranti che impediscono all’umidità di stazionare etc. I piedi devono essere lavati regolarmente, evitando comunque di indossare le scarpe troppo strette o troppo larghe. Chi ha i piedi un po’ più delicati potrebbe veder comparire le vesciche anche per le cuciture delle calzature in rilievo nella parte interna.

Anche le calze giocano un ruolo importante. Se ci sono buchi, se non aderiscono bene e non sono di materiali buoni stressano la pelle. I piedi devono essere mantenuti belli asciutti, in questo modo si riduce l’attrito da sfregamento. Usate solo materiali traspiranti.

Vesciche: come intervenire?

Le vesciche come abbiamo visto sono molto fastidiose. Una volta che si formano e restano intatte non fanno male ma il problema è che, comparendo ai piedi, scoppiano nel giro di poco tempo per il nuovo sfregamento. Questo causa ulteriore dolore perché la zona interessata resta esposta e rischia infezioni. Qualcuno tende a scoppiarle da sole. E’ un’azione da evitare? Secondo i dottori si. L’ideale sarebbe lasciare la vescica intatta, aspettando che la ferita guarisca da sola.

Dunque con un cerotto è possibile proteggere la vostra vescica, così che non sia a rischio di infezioni, pressioni e quant’altro. Vi ricordiamo che sono reperibili anche cerotti appositi. Con il passare del tempo quindi la pelle tornerà al suo stato originario e voi non dovete fare niente, se non prestare attenzione agli urti o pressioni appunto.

Alcuni esperti suggeriscono di intervenire da soli quando la vescica ha raggiunto una circonferenza elevata e che causa quindi complicazioni. Prima di procedere vi consigliamo comunque di informarvi presso un esperto.

  • La zona interessata dovete disinfettarla con cura
  • Successivamente con una siringa dovete aspirare tutto il liquido interno
  • Concludete sterilizzando la parte e tamponando con una garza sterile
  • Non dimenticate di applicare il cerotto che serve da protezione per la zona che ha subito la lesione
  • Bastano pochi giorni per far tornare tutto alla normalità.

5 rimedi naturali contro le vesciche

  1. Camomilla. Quando mai la camomilla non corre in nostro aiuto? In molte occasioni potete infatti contare sulle azioni benefiche di questa pianta. In caso di vesciche ai piedi (la zona del corpo più a rischio) un buon rimedio naturale consiste nell’usare una bustina di camomilla. È sufficiente che la bagnate con l’acqua e dopo applicatela sulla zona dolente. Ripetete più volte.
  1. Tea tree oil. Il tea tree oil è un prodotto utile in più occasioni di cui sicuramente avete sentito parlare moltissime volte. Recuperate dell’olio vegetale a cui aggiungerete 1 goccia di tea tree. Il composto è un valido disinfettante, dopo l’applicazione aspettate circa 10 minuti. Successivamente potete rimuoverlo con l’acqua.
  1. Aloe vera. L’aloe vera, un’altra pianta degna di nota che possiede numerose proprietà benefiche. Riduce il tempo di cicatrizzazione di una ferita, inoltre lenisce il prurito e non solo. Vi interessa il gel contenuto nelle foglie per porre rimedio alla vostra vescica. Ovviamente è da usare localmente.
  1. Aceto di mele. Il caro e buon aceto di mele ancora una volta corre in nostro aiuto. Contro le vesciche si dimostra un buon disinfettante, inoltre stimola la cicatrizzazione dei tessuti che hanno subito una lesione proprio come in questo caso. Ricordatevi che dovete diluirlo in acqua, le quantità sono del 50%. LO potete usare anche 3-4 volte al giorno.
  1. Acqua e sale. Acqua e sale è un ottimo disinfettante naturale che potete preparare grazie agli ingredienti che avete già in casa. Pulisce la zona colpita dalla vescica e offre una protezione contro i batteri. Utile contro le infezioni infatti. Può tuttavia essere un pochino fastidiosa e quindi bruciare. Ricordiamo che al posto del sale è possibile usare anche il bicarbonato.

Condividi sui Social.

Lascia un commento