Orticaria: cause, sintomi e rimedi naturali

0

L’orticaria è una patologia della pelle. Questa può dimostrarsi piuttosto fastidiosa e colpire più zone del corpo contemporaneamente. Chi ne ha sofferto sa benissimo che prurito, arrossamento e gonfiore sono tra i suoi sintomi più importanti.

Oggi analizziamo i sintomi e le cause dell’orticaria. Inoltre affrontiamo alcuni temi come a chi rivolgersi, oppure quali sono i rimedi più adatti per ottenere subito sollievo. Inoltre vedremo se l’orticaria è contagiosa oppure no. Iniziamo dunque con l’articolo dedicato a questo tipo di patologia che interessa le pelle.

L’orticaria (nella maggior parte dei casi) compare e svanisce senza trattamenti, è quindi un disturbo che può guarire da solo! Infatti nel giro di pochi giorni il paziente può tornare alla sua normale routine e quindi non presentare prurito o altri sintomi correlati all’orticaria.

I medici affermano che nel periodo estivo l’orticaria sia più frequente, inoltre pare che i bambini ne siano più a rischio. Ecco cosa c’e da saperne in merito.

Sintomi dell’orticaria

I sintomi riscontrati in tutti quei soggetti affetti da orticaria sono ormai noti. Come detto poco fa i bambini sono tra le “vittime” più a rischio. Infatti moltissimi genitori sanno ormai come riconoscere il disturbo in questione. Elenchiamo adesso i principali sintomi dell’orticaria:

  • Gonfiore
  • Prurito
  • Pomfi
  • Pelle arrossata
  • Bruciore

Sia nel caso di orticaria acuta e orticaria cronica, il paziente può avere delle complicazioni, dovute alla presenza di altri sintomi correlati. Questi possono manifestarsi in seguito alla comparsa di un angioedema. Alcune zone del corpo delicate come i genitali, le labbra e non solo possono essere attaccate e gonfiarsi per un periodo che va da pochi minuti a diverse ore.

Cause dell’orticaria

L’orticaria ha molteplici cause, infatti è bene identificare l’origine del problema prima di fare qualunque cosa. L’alimentazione, così come l’assunzione di determinati farmaci, può scaturire l’orticaria in un individuo. Ma non è tutto, visto che a seconda del soggetto le cause possono essere ben altre.

  • Reazioni allergiche. In questo caso i motivi scatenanti possono essere il cibo, l’effetto di alcuni farmaci assunti, i pollini etc. Occorre attenzione per identificare con cura il problema.
  • Contatto. Il semplice contatto può dare origine all’orticaria, per questo è sufficiente toccare farmaci, cibo o altre sostanze alle quali si è allergici.
  • Caldo o freddo. Quando ci si esponiamo a temperature calde può far comparsa l’orticaria. Lo stesso vale per il freddo. L’orticaria risulta piuttosto fastidiosa e in alcune circostanze anche debilitante. Tutto dipende dal punto colpito e dalla estensione delle macchie urticanti.
  • Infezioni. Non è affatto raro che alcune malattie di natura infettiva diano origine a eruzioni cutanee. Un fattore non necessariamente preoccupante tuttavia, ma pur sempre correlabile alla patologia cutanea di cui stiamo parlando quest’oggi.

Vogliamo ricordare che sebbene possa manifestarsi per numerosi motivi ed essere più o meno fastidiosa, l’orticaria non è contagiosa. C’è da aggiungere inoltre che non sempre vi sono delle cause a scatenarla, in queste circostanze si parla di orticaria idiopatica.

Lo sfogo che compare sul corpo generalmente interessa le braccia. Tuttavia, l’orticaria può fare comparsa anche sul collo, il petto, la schiena etc. Nel periodo estivo le mani e appunto le braccia risultano sempre più esposte rispetto alle altre parti del corpo. Così come le gambe, (sopratutto in caso di orticaria da contatto) per via dei pantaloncini corti.

In alcuni casi l’orticaria si propaga su tutto il corpo, ed è evidente che in tali situazioni occorre il parere di un medico. Ricordiamo che si possono riscontrare l’orticaria acuta e quella di tipologia cronica. Lo spiegheremo qui di seguito:

  • Orticaria acuta. In questo caso l’eruzione cutanea non supera le sei settimane. Secondo gli esperti tra i fattori scatenanti vi sono infezioni batteriche o virali. Dalla comparsa dell’eruzione nel giro di 10 ore circa la situazione può peggiorare notevolmente. Tuttavia, nel giro di 24 ore il corpo riesce a debellarla riportando la situazione allo stato originario ovvero quando non vi era nessuna traccia di orticaria.
  • Orticaria cronica. Nel caso dell’orticaria cronica il paziente può soffrirne per un periodo di tempo che supera le sei settimane. Le eruzioni persistono dunque e non è detto che vi sia una causa allergica come fattore scatenante. Sentendo infatti il parere degli esperti è difficile che questo accada. È bene indagare a fondo perché alla base del problema possono esserci malattie autoimmuni, tra queste rientra anche la celiachia.

L’orticaria non è un problema a prendere alla leggera, inoltre ne esistono diverse tipologie conosciute. Troviamo appunto l’orticaria da stress (la quale a sua volta può essere acuta o cronica), l’orticaria da sole e quella da sudore (che prende il nome di orticaria colinergica). Quest’ultima interessa molti più casi di quanto si possa credere. Fortunatamente è difficile che sia grave, ma resta comunque poco piacevole da provare. Tra le sue cause troviamo stati emozionali, sudorazione, docce etc.

Rimedi naturali contro l’orticaria

I rimedi naturali per intervenire contro l’orticaria possono fornire moltissimo aiuto, anche se come già detto solitamente non vi è bisogno di alcun trattamento per farla passare. Chiaramente una persona può impiegarli a propria discrezione per trarne sollievo, visto che non  sono affatto piacevoli i sintomi che si manifestano.

Qui sotto, ecco elencati alcuni rimedi naturali appositi, utili contro l’orticaria. Ovviamente è importante prima capire quale forma è stata contratta e solamente dopo intervenire. Iniziamo!

Alimentazione

Qual’ora l’orticaria fosse scaturita da intolleranze alimentari (o allergie) è importante capire quali cibi evitare. Ne possiamo elencare alcuni ma non è detto che siano fra questi, infatti la cosa è davvero molto soggettiva. Comunque sicuramente è bene fare attenzione ai latticini e derivati. Anche il pesce potrebbe essere la causa che da origine all’orticaria, così come i molluschi. Troviamo anche le uova, la frutta secca e alcuni legumi. Questi sono tra i principali cibi incriminati.

Rimedi fitoterapici

Con l’aiuto della fitoterapia in molti riescono a combattere o prevenire l’orticaria. Ricordiamo che le piante su cui fare affidamento sono moltissime e tutte molto utili al caso. Fra queste non sfugge l’aloe vera. Il gel contenuto nelle foglie si dimostra utilissimo contro l’eruzioni cutanee e non solo. Basta l’uso topico sulla parte colpita, niente di più. Apprezzate sono anche le tisane, come la camomilla e la bardana. Da non dimenticare la curcuma, una spezia nota per la salute del corpo.

Movimento o ginnastica

Fare esercizio fisico non aiuta solamente a stare meglio con se stessi e il proprio corpo, ma può anche facilitare le cose contro alcuni problemi a livello emotivo. Sappiamo che l’orticaria da stress colpisce un gran numero di persone, il modo indicato per annientarla è sicuramente evitare le fonti di stress. Scaricando quindi le tensioni è molto più facile venirne a capo e ottenere una protezione a 360 gradi. Proprio a questo proposito suggeriamo di fare sport, allenarsi, condurre discipline come lo yoga e molto altro ancora….

Oli essenziali

L’uso di oli essenziali contro l’orticaria può fornire interessanti e vantaggiosi benefici. In commercio si trovano svariati prodotti utili e che possono intervenire in maniera non invasiva. Suggeriamo l’essenza di lavanda, melissa e di sandalo. Anche la camomilla è una grande alleata.


Condividi sui Social.

Lascia un commento