Fiore di Bach White Chestnut, per chi si lascia travolgere dai problemi

0

White Chestnut è uno dei 19 assistenti, per questo motivo viene consigliato a chi deve risolvere problemi recenti. Viene ottenuto dai fiori dell’ippocastano. Dall’ippocastano però non viene ottenuto solo questo rimedio ma anche il Chestnut Bud. Vengono in quest’ultimo caso sfruttati i boccioli dei fiori.

La parola chiave che indica il fiore di Bach White Chestnut è angoscia. Indicato per quelle persone che non pensano ad altro che ai problemi, cercano sempre di risolverli ma spesso non ci riescono perché si sentono soffocare da questi e perciò sono incapaci di pensare lucidamente e trovare le soluzioni.

La personalità White Chestnut rimugina sempre sulle stesse cose, pensa ai problemi, riflette sulle nuove idee… tutto questo arriva anche a causare frequenti episodi di insonnia. Il problema principale è che riflettono su queste cose soprattutto quando non hanno niente di meglio da fare. Se non ci sono cose importanti che occupano la loro mente, allora si concentrano su piccoli problemi e non riescono a toglierseli dalla mente. In realtà prova ad allontanarli ma non ci riesce, si riaffacciano continuamente. E’ una situazione che interferisce pesantemente sulla qualità della vita.

I pensieri e le ossessioni impediscono di vedere le cose con una reale lucidità. Non si concentra come vorrebbe sulle cose importanti e si sente la testa scoppiare a causa dei monologhi interiori.

Può vivere anche una serie di sintomi fisici come il mal di testa, le vertigini, la sudorazione eccessiva e anche i dolori muscolari. Non è raro che quanto la personalità White Chestnut prevale nell’individuo soffra anche di disturbi d’ansia o di comportamenti ossessivo-compulsivi.

Proprietà e benefici del fiore di Bach White Chestnut

Il fiore di Bach White Chestnut è stato individuato da Edward Bach come il rimedio floriterapico eccellente per chi soffre di ansia, si fossilizza sui piccoli problemi e non pensa ad altro. Si angoscia per le piccole cose perché non ha altro di più importante di cui preoccuparsi. Assumendo questo rimedio riesce a ritrovare la propria pace interiore, a coltivare il silenzio. In questo modo torna a concentrarsi sulle cose importanti della vita, a non restare sottomesso dai propri monologhi interiori. Insomma, offre una vera e propria liberazione.

Per chi è indicato?

Il fiore di Bach White Chestnut è indicato per chi ha come un disco rotto nella propria testa e sente trasmettere sempre la stessa traccia. Ha sempre sensi di colpa da affrontare, problemi da risolvere. Non importa se siano grandi o piccoli, nella sua mente non pensa ad altro. Analizza mille e più volte i particolari di una stessa situazione. Non si rilassa mai, passa anche la notte in bianco a riflettere. Inutile dire che tutto questo si ripercuote negativamente sulla propria vita privata e sul lavoro.

Come si usa il fiore di Bach White Chestnut

Potete scegliere di usare White Chestnut in tre differenti modi. Metodi che come avrete capito valgono un po’ per tutti i rimedi di Edward Bach.

  1. Potete scegliere di usare il metodo della diluizione. E’ adatto per gli utilizzi prolungati nel tempo. Ciò di cui avete bisogno è una boccetta di vetro scuro da 30 ml con contagocce, un cucchiaio di brandy e ovviamente White Chestnut. Mettete 12 gocce dentro la boccetta di vetro scuro, aggiungeteci subito un cucchiaio di brandy e finite di riempirla con l’acqua minerale. Visto che gli effetti sono graduali dovete assumerla a lungo, 4 volte al giorno 4 gocce a volta, per il tempo che ritenete necessario.
  2. Potete usare lo stesso rimedio della diluizione però usando un maggior numero di fiori di Bach. Mettete quindi 4 gocce di White Chestnut e scegliete altri 5 rimedi floreali, 4 gocce ognuno. La combinazione vi consiglio di sceglierla insieme a un esperto.
  3. Infine potete prendere il fiore di Bach in questione puro, cioè appena comprato dall’erborista. Mettete 12 gocce di White Chestnut in un bicchiere d’acqua e sorseggiatelo fino a finirlo. Utile per le emozioni impreviste.

Vi ricordo che i fiori di Bach non creano dipendenza e non hanno controindicazioni. L’unica cosa che dovete valutare con un esperto è la presenza di brandy. Di solito non ci sono problemi ma in caso di vecchi problemi di alcolismo o bambini piccoli, vi consiglio di parlarne con un esperto.

Ippocastano o White Chestnut, alcune curiosità

White Chestnut è il fiore di Bach ottenuto dal fiore dell’ippocastano, appartenente alla famiglia delle Ippocastanacee. Si tratta di una piata sempreverde. I frutti sono avvolti da uno stato protettivo e le foglie sono raggruppare in gruppi di cinque e sette.


Condividi sui Social.

Lascia un commento