Prezzemolo: proprietà, benefici, usi e controindicazioni

0

Possiamo contare su di un vastissimo repertorio di piante aromatiche da utilizzare in cucina. Una delle più comuni nonché versatili che l’uomo abbia mai conosciuto è proprio il prezzemolo. Oggi vediamo le sue proprietà e benefici correlati a questa pianta, insieme ai principali usi che possiamo farne.

Ricordiamo inoltre che il prezzemolo non è una pianta esente dalle controindicazioni, ma di questo ne parliamo a fine articolo. Per adesso vediamo  la composizione chimici e appunto le proprietà più importanti per la nostra salute.

Composizione chimica del prezzemolo

Prima di dare uno sguardo alle proprietà e benefici del prezzemolo, vogliamo ricordarvi alcune delle sostanze presenti al suo interno. Questa spezia infatti dispone di un’ottima composizione chimica, la quale si rivela indicata per diverse circostanze. Ecco cosa si annovera nel prezzemolo per quanto riguarda le sostanze utili per il corpo umano. Buone quantità di acqua, proteine vegetali, fibre e carboidrati. Dispone anche di zuccheri e grassi, ottima inoltre la presenza di sali minerali tra cui sono presenti magnesio, sodio, calcio, zinco, potassio, manganese, fosforo e non solo. Questa pianta dispone anche di numerosi aminoacidi e vitamine. Ricordiamo la presenza della vitamina A, C, E, K e J. Da non tralasciare inoltre le vitamine del gruppo B, vale a dire la B1, B2, B3, B5, B6.

Proprietà e benefici del prezzemolo

1. Diuretico

Delle molte proprietà terapeutiche che si riscontrano nel prezzemolo, la sua azione diuretica è collocata ai primi posti. Infatti sostiene il corpo nell’espulsione dei liquidi e si prende cura anche dell’apparato urinario, in quanto buon antinfiammatorio. Dobbiamo ringraziare i sali minerali dei quali come abbiamo potuto vedere poco fa, il prezzemolo ne è ricco.

2. Immunostimolante

Non è una novità che la pianta del prezzemolo possa fornire sostegno nei confronti del sistema immunitario. Pensate solamente a quante vitamine si annoverano al suo interno, queste esercitano un’azione antiossidante. Ricordiamo appunto la A, la C e la vitamina E. Cosa accade quindi? L’organismo reagisce meglio contro gli attacchi da parte di virus e batteri. Non a caso il prezzemolo viene impiegato a tali propositi dall’uomo da tempi remoti.

3. Rimineralizzante

La pianta è un integratore naturale in quanto ricca di ottime sostanze tra cui moltissimi sali minerali. Il suo utilizzo infatti può alleviare la spossatezza, utile se la impiegate dopo aver svolto ginnastica o una qualunque tipologia di attività fisica. La tisana al prezzemolo è un’ottima alleata a tale proposito.

4. Radicali liberi

Le sostanze con azione antiossidante (come la vitamina A e la C per esempio) presenti nel prezzemolo non solo potenziano il sistema immunitario, ma offrono anche una protezione contro l’attacco dei radicali liberi. Queste molecole sono dannose in quanto causano l’invecchiamento delle cellule oltre che la loro possibile ossidazione. Un effetto che porta la comparsa di malattie degenerative e cardiache. È bene fare scorte di alimenti antiossidanti per proteggere corpo e mente.

5. Antibatterico

Le proprietà antibatteriche del prezzemolo sono degne di nota e il suo consumo aiuta il corpo a proteggersi in maniera naturale. Questo serve appunto per contrastare oltre che prevenire l’attacco da parte dei batteri. Quest’ultimi sempre in agguato, ecco perché occorre essere preparati e poter contare su di un regime alimentare sano ed equilibrato. La sostanza presente nella pianta e che rende questo effetto possibile è la clorofilla.

6. Alitosi

Sono numerose le piante presenti in natura che potete utilizzare per contrastare l’alitosi. Tra queste vi ricordiamo naturalmente il caro e noto prezzemolo. Ma non è solamente utile contro l’alito cattivo, si presenta ottimo anche per l’igiene orale. Ovvero è un disinfettante naturale.

7. Digestivo

Un altro effetto che non passa inosservato è proprio quello di facilitare la digestione. Tuttavia, non parliamo della pianta del prezzemolo ma bensì del suo olio essenziale. Il suo impiego può stimolare la secrezione gastrica e quindi promuovere il processo digestivo.

8. Promuove la motilità intestinale

Un degno alleato per promuove la motilità intestinale è l’oleolito di prezzemolo. La pianta è dunque, utilizzata dall’uomo da tempi antichi e come possiamo vedere la sua versatilità è impressionante. Chi soffre di stitichezza può arricchire i propri piatti con il prezzemolo così da stimolare l’uscita delle feci.

Usi del prezzemolo

Il prezzemolo può essere un rimedio naturale verso più disturbi. Come vi abbiamo mostrato nel paragrafo delle proprietà e benefici è ottimo in più occasioni. Per esempio è un buonissimo antiossidante, ma anche diuretico, digestivo e non solo. Qui sotto vi sono alcuni suoi utilizzi.

  • Campo alimentare. Come ben sappiamo la pianta trova largo impiego in cucina. Il prezzemolo è molto aromatico infatti è perfetto per insaporire numerose ricette. Viene impiegato per condire la pasta, fino al pesce. Provate alcune ricettine ottime come l’insalata di polpo al prezzemolo e limone. Molto gustose anche le uova al prezzemolo, oppure come primo piatto le pappardelle con prezzemolo.Potremmo continuare all’infinito dato che come abbiamo detto precedentemente la pianta è versatile oltre che una delle più apprezzate in cucina, non a caso viene coltivata ovunque, anche sui balconi di casa.
  • Tisana al prezzemolo. La tisana al prezzemolo è facile da realizzare, serve poco tempo e come ingredienti primari abbiamo bisogno solo della pianta in questione. Dunque, non dobbiamo far altro che prendere una pentola e aggiungervi dell’acqua. Generalmente per realizzarne un po’ c’è chi ne prepara un litro circa. Dunque poniamo la pentola sul fuoco e accendete la fiamma.Impostiamo successivamente la cottura media.Non appena raggiunge l’ebollizione, uniamo una manciata circa di prezzemolo all’acqua. Dobbiamo aver cura di far cuocere per altri 10 minuti e solamente dopo, togliete il tutto dai fornelli. Non appena la tisana è raffreddata la possiamo filtrare e versare all’interno di una bottiglia in vetro.Consumiamo una tazza soltanto della tisana al prezzemolo durante l’arco della giornata. I benefici ottenuti sono moltissimi, per esempio è utile per l’apparato urinario ed è un buonissimo diuretico. Inoltre combatte l’alitosi, potenzia il sistema immunitario e quant’altro ancora.
  • Oleolito al prezzemolo. L’oleolito di prezzemolo è buono, salutare e molto aromatico. È inoltre perfetto per condire un’infinità di pietanze. La sua ricetta è semplicissima, qui la riportiamo qui. Tutto ciò che occorre è un barattolo di vetro, questo è il contenitore dove viene conservato l’olio di prezzemolo. Naturalmente il barattolo deve essere sterilizzato prima dell’uso.Per la ricetta dell’oleolito, non dobbiamo far altro che prendere le foglie di prezzemolo a lavarle accuratamente. Dopodiché le dobbiamo asciugare con meticolosità e successivamente inserire nel nostro barattolo. Fatto questo, uniamo l’olio extravergine d’oliva, ricordiamoci che lo dobbiamo coprire per bene. Adesso arriva la parte più noiosa, l’attesa. Dobbiamo sigillare il contenitore e far passare circa 3 settimane. Dopo questa lunga attesa l’oleolito sarà pronto. Ricordiamoci che deve riposare in un luogo al riparo dalla luce e dalle fonti di calore. Infine filtriamo bene il tutto, così da eliminare le foglie. Conserviamo il prodotto questa volta all’interno di una bottiglia con chiusura ermetica.

Controindicazioni del prezzemolo

Il prezzemolo è una pianta utile per l’uomo ma non priva di controindicazioni. Ricordiamo prima di tutto che può scatenare intolleranze o reazioni allergiche verso alcuni soggetti ipersensibili ai composti della pianta. Gli esperti affermano inoltre che le donne in dolce attesa devono riguardare le quantità giornaliere assimilabili, così da non incombere in disturbi di vario genere. Lo stesso vale per le donne che stanno allattando. Tra gli effetti collaterali che può scaturire (dovuti a un uso smodato) ricordiamo i calcoli renali e la gotta.

Curiosità della pianta del prezzemolo

L’espressione “sei come il prezzemolo” deriva dal fatto che trova moltissimi utilizzi questa pianta. È tradotto ha come significato quello del ficcanaso.

In antichità il prezzemolo era noto come pianta anti-dolorifica, specie in presenza di mal di denti e mal di testa. I Greci infatti erano tra i primi a farne uso a tali propositi.

Come abbiamo potuto vedere, la pianta qui presente ha moltissime proprietà. Un rimedio della nonna contro le punture di zanzare sta proprio nell’uso del prezzemolo, come? Lenisce il prurito e il gonfiore, basta solo strofinarlo nella zona colpita dall’insetto.

Nell’antica Roma il prezzemolo era già noto come pianta aromatica. Altri popoli invece ritenevano che fosse magico, gli Etruschi erano tra questi.

Molti sono i racconti che interessano il prezzemolo. Uno tra questi ci porta molto indietro nel tempo e riguarda vecchie credenze popolari che interessavano i contadini. Ovvero quando la pianta era in giardino forniva da protezione contro il male, ma se tolta o trapiantata il diavolo stesso avrebbe potuto accedere alla proprietà.

Ancora oggi il prezzemolo è una pianta da non far mancare mai in cucina. Ne possiamo trarre immensi benefici, basta solo ricordare che non deve essere impiegata frequentemente in in quantità eccessive.


Condividi sui Social.

Lascia un commento