Alopecia: cause, sintomi e rimedi naturali

0

Cos’è l’alopecia, quali sono i principali sintomi e le cause. Scopriamo nel corso di questo articolo che esistono vari tipi di alopecia, analizziamoli per comprendere meglio il problema. A seguire, una serie di rimedi naturali utili!

Il termine alopecia è usato per indicare una caduta patologica dei capelli. Patologica perché tutti noi ogni giorno perdiamo un numero variabile di capelli (tra 50 e 100), determinato per esempio dal clima, lo stress, l’uso dei prodotti per lavarli etc.

L’alopecia lascia delle vere e proprie chiazze sul corpo. Capelli e barba sono quelli più a rischio ma l’alopecia può colpire anche le altre zone del corpo. Secondo le statistiche, ne soffrono l’1% delle persone, uomini e donne indifferentemente.

L’alopecia può essere un problema più o meno esteso, la sua progressione non sempre è molto veloce e in alcuni casi, può anche regredire. Esiste una scala che indica l’alopecia, ed è conosciuta con il nome “5 stadi di Hamilton”.

Durante il primo stadio i capelli di diradano sull’attaccatura, proprio alla fronte. Nel secondo stadio il problema progredisce ulteriolmente e il diradamento inizia a interessare anche il vertice. Nel terzo stadio la caduta aumenta ma le due zone restano comunque divise dalla corona di capelli. Il quarto stadio infine, vediamo che le zone sono quasi unite fino ad arrivare al quinto, dove l’area calva è solo una. Non tutte le alopecie comunque seguono questo schema. Quello appena visto più che altro interessa la calvizia.

Tipi di alopecia

Esistono quattro macrocategorie. Le prime due sono la cicatriziale ereditaria e la non cicatriziale acquisita. Quella che ci interessa è la seconda, visto che la prima deve essere diagnosticata dal medico e ne esistano circa 100 tipologie differenti. L’alopecia non cicatriziale acquisita

  • Androgenetica: interessa circa 1 uomo su 2 e 1 donna su 10. Nei primi porta alla calvizia, come abbiamo visto nella scala di Hamilton. Nelle donne invece porta a un diradamento. Non è una malattia ma la calvizia totale. I primi segnali si hanno in giovane età alcune volte.

  • Arenata: l’alopecia arenata è piuttosto nota. Colpisce barba e capelli e la caduta è piuttosto veloce, anche se delle volte è facile vedere delle remissioni.

  • Stress: colpisce chi attraversa periodi molto stressanti, chi soffre di disturbi della personalità, depressione o malattie autoimmuni.

Dicevamo che esistono altre due macricategorie. C’è la cicatriziale ereditaria e la cicatriziale acquisita. La prima è la definitiva perdita dei capelli. Può dipendere da terapie in corso o patologie. Il processo è irreversibile perché il bulbo pilifero è distrutto. E’ comunque sia piuttosto rara. C’è poi la cicatriziale acquisita. Può essere causata dal lupus o una malattia infiammatoria del cuoio capelluto che distrugge i follicoli.

Quali sono le cause dell’alopecia?

Il sintomo è uno solo, la caduta dei capelli. Qualcuno lamenta sintomi collegati come la comparsa di crosticine, cuoio capelluto rosso, prurito o sebo in eccesso. Le cause più comuni sono i problemi immunitari, i farmaci (come quelli chemioterapici o le terapie ormonali), una predisposizione genetica o come dicevamo prima, lo stress. Può dipendere anche da alcune patologie come il lupus o alcuni tumori cutanei.

Alopecia e caduta eccessiva dei capelli

La caduta dei capelli non è da intendere come alopecia. Almeno che ovviamente non sia il medico a diagnosticarla per via del progredire dei sintomi. Contate che è normale perdere fino a 100 capelli al giorno, si tratta di un ricambio fisiologico. E’ come se nell’arco di tutta una vita, la persona effettui un cambio completo dei capelli.

Altre volte la caduta dei capelli può dipendere da cause esterne. Può trattarsi di un problema momentaneo, può dipendere per esempio da forti stati emotivi, da cambiamenti alimentari o ambientali. E’ importante comunque parlarne con il medico il quale analizzando la situazione, capisce se è una caduta definitiva o momentanea.

Rimedi naturali contro l’alopecia

I rimedi naturali che vi proponiamo qui sotto dovete tenere di conto che non servono a far ricrescere i capelli perduti a causa dell’alopecia, ma piuttosto a rallentare un po’ il processo ma soprattutto, a prevenire la caduta anomala ma non patologica (come quella che deriva da periodi di forte stress o cambiamenti ambientali). Detto questo, ecco alcuni rimedi utili al caso!

Olio di cocco

L’olio di cocco tra i suoi numerosi impieghi trova spazio anche nei trattamenti contro l’alopecia. Ne va usato un quantitativo minimo sulla cute, dopodiché occorre un breve massaggio nelle zone interessate. Trascorso un tempo massimo di mezz’ora circa (o poco meno) è sufficiente fare il consueto shampoo e infine il risciacquo. Semplice e può fornire buoni risultati.

Cannella

La cannella unita ad altri ingredienti che fra poco vedremo, può aiutare contro la caduta dei capelli. Il composto si realizza con due cucchiai di miele, assieme ad altri due di olio extravergine d’oliva e infine la cannella in una quantità di un cucchiaio circa. La soluzione deve essere massaggiata sulla testa, più precisamente dove è presente il problema. Proprio come per l’olio di cocco possono passare trenta minuti prima di togliere il preparato con un normale sciacquo. Si consiglia di usare alla fine uno shampoo non troppo aggressivo per la cute.

Miglio

Il miglio è il terzo rimedio del nostro elenco. In molti fanno affidamento su questo cereale, non per caso in commercio sono disponibili svariati integratori (da usare per i capelli) a base di questo prodotto. A quanto sostengono alcuni esperti il miglio se inserito nel proprio regime alimentare pare può dimostrarsi indicato contro l’alopecia. Ricordiamo che la sua composizione chimica aiuta l’intero organismo.

Semi di lino

I semi di lino sono apprezzati per i numerosi benefici che offrono al corpo umano. Per esempio stimolano le difese immunitarie, rallentano l’invecchiamento, rendono i capelli più forti etc. Oggi però parliamo di un rimedio che prevede la realizzazione di un gel per capelli. È sufficiente far bollire un po’ di semi in acqua. Dopodiché il ricavato può essere impiegato come impacco contro l’alopecia. È in grado di ridurre prurito, rendere i capelli più resistenti e stimolare la circolazione del sangue.

Oli essenziali (rosmarino, bardana, timo e noce)

C’è anche chi suggerisce l’impiego di oli essenziali per contrastare o prevenire la caduta dei capelli. Tra i prodotti più noti troviamo l’essenza al rosmarino, di bardana, al timo e di noce. In base agli oli utilizzati può esserci bisogno di una diluizione come non, chiedere all’erborista per maggiori dettagli. Per le quantità lo stesso, anche se generalmente 3 gocce sono sufficienti. Massaggiare comunque per alcuni minuti dopo l’uso.

Decotto di radici di ortica

Utilizzando le radici della pianta di ortica è possibile preparare un decotto che gioca in favore del cuoio capelluto. Per contrastare l’alopecia infatti può essere sfruttato come rimedio fitoterapico. Una volta usato sui capelli aspettare un po’ prima di procedere al lavaggio. Questo è rinomato da tutti coloro che preferiscono i rimedi naturali e allo stesso tempo non desiderano prodotti troppo aggressivi.

Alimentazione

Un medico nutrizionista (se lo ritiene necessario) può suggerire un piano alimentare per intervenire contro il problema di cui stiamo parlando oggi. Alcuni cibi rafforzano i capelli, in particolar modo il bulbo pilifero. Possiamo ricordare il pesce e le uova, oltre che il latte. Anche tra la carne si trovano preziosi alleati come il pollo o il manzo per esempio. La sostanza che va ricercata è la taurina.

Ricordiamo che il cibo è un’arma a doppio taglio, infatti alcune scelte che le persone compiono non si dimostrano indicate. Per esempio il caffè, i prodotti di salumeria e le farine raffinate possono aggravare la situazione in caso di alopecia. Lo stesso vale per gli alcolici e il fumo di sigaretta.


Condividi sui Social.

Lascia un commento