Tisane diuretiche: ricette contro gonfiore e ritenzione idrica

0

Le tisane diuretiche sono un alleato portentoso contro gonfiore e ritenzione idrica. A volta ci vediamo e ci sentiamo più pesanti, ma la bilancia segna sempre lo stesso peso come mai? Si tratta proprio di gonfiore. Il ristagno dei liquidi è tutt’altro che buono: troppa urea nel sangue e prima o poi ci si potrebbe ritrovare ad aver a che fare con la cellulite, che non è solo antiestetica ma è una vera e propria infiammazione della pelle.

Ed a proposito di pelle, la diuresi aiuta la depurazione dell’organismo aiutandolo ad eliminare le tossine e tutto l’insieme ne giova, anche il derma difatti la pelle appare più compatta con meno imperfezioni.

Le tisane sono fra i medicamenti più antichi, far bollire radici, bacche e foglie è un rimedio molto noto all’uomo che quando non aveva altri mezzi per curarsi adoperava gli infusi.

Tisane diuretiche vs tisane drenanti

Sono la stessa cosa? No, le tisane diuretiche convogliano l’acqua ai reni perché sia espulsa con tutte le sostanze di scarto mentre le tisane drenanti aiutano anche a sudare, raccolgono i vari ristagni di liquidi per poi espellerli. In entrambi i casi occorre ricordare che non si abusa né dell’uno né dell’alto, specie se si soffre di cali di pressione e che una tisana è solo un elemento utile per perdere peso e depurarsi, non fa miracoli.

Tisane diuretiche: i benefici

Questa tipologia di tisane è utile per:

  • facilitare la diuresi;
  • prevenire le infiammazioni dell’apparato urinario;
  • depurare i reni;
  • combattere ritenzione idrica e cellulite;
  • facilitare la depurazione dell’organismo.

Per avere tali risultati si scelgono le giuste erbe e si assumono le tisane regolarmente addizionate ad uno stile di vita sano.

Tisane diuretiche: quali erbe scegliere?

Ecco le erbe adatte per queste tisane:

  1. tarassaco, o dente di leone, non è solo diuretico ma aiuta anche la depurazione di fegato e sangue;
  2. tè verde, aiuta a migliorare la diuresi ed ha un effetto depurativo ed antiage;
  3. ortica, ottima pianta depuratrice e diuretica è inoltre una buona alleata per contrastare l’anemia;
  4. achillea, buona pianta diuretica che però va assunta sotto controllo medico;
  5. menta, la sua funzione non è solo quella di placare i disturbi di stomaco ma anche di favorire la diuresi;
  6. luppolo, ottima per migliorare la diuresi ed aiutare l’organismo a depurarsi;
  7. gramigna, pianta diuretica per eccellenza.

Inoltre abbiamo: equiseto, verga d’oro, pilosella, karkadè, parietaria, lattuga, carciofo, orthosiphon, piccioli di ciliegio, finocchio e betulla.

Tisane diuretiche: cosa c’è da sapere?

Ritengo che sia più utile bere le tisane diuretiche la mattina a digiuno, ma anche a metà pomeriggio possono andar bene.

Le erbe si trovano in vendita ma anche nei campi e nei giardini, occorre raccoglierle in zone pulite, lontano dalle strade e dallo smog. Una volta raccolte vanno ben pulite, lavate sotto acqua corrente e o messe ad essiccare o utilizzate fresche.

Tisane diuretiche: le ricette

1. Tisana al tarassaco e finocchio

occorrente:

  • 1 cucchiaino di radice sminuzzata di tarassaco,
  •  1 cucchiaino di semi di finocchio.

Versare le erbe dentro un pentolino d’acqua che andiamo a far scaldare, non deve bollire! Una volta che l’acqua è ben calda, si spegne, si copre e si attendono dieci minuti. Filtrare e bere.

2. Tisana diuretica al tarassaco

occorrente:

  • 15 grammi di radici essiccate di tarassaco

Porre le radici sminuzzate in un bricco d’acqua (200 ml circa), portare a bollore e spegnere dieci minuti. Far riposare coperto 5 minuti e poi filtrare e bere. Una punta di miele va bene nel caso in cui il gusto non sia gradito.

3. Tisana alla gramigna

occorrente:

  • fusti giovani di gramigna

Raccogliere una manciata di fusti giovani di gramigna, lavarli per bene, privarli delle radici e delle foglie secche. Sminuzzarli e portarli a bollore in un bricco pieno d’acqua. Dopo dieci minuti spegnere, filtrare e bere. Non tutti sanno che la gramigna può essere anche aggiunta alle frittate.

4. Tisana diuretica all’ortica

occorrente:

  • due piantine di ortica.

Raccogliere l’ortica muniti di pinze o guanti e ciotola. Lavare l’ortica sotto l’acqua corrente, rimuovere la terra, le radici e le foglie avvizzite. Porre l’ortica a bollire in un bricco d’acqua per 25 minuti. Filtrare e bere. Anche l’ortica può essere usata in cucina per zuppe, frittelle e frittate. L’ortica si trova anche in polvere.

5. Tisana al karkadè

occorrente:

  • bustina di karkadè.

Il karkadè si trova confezionato o anche sfuso in erboristeria. Per praticità usiamo le bustine: far bollire l’acqua, versarla nella tazza e poi porvi la bustina. Quando raggiunge la concentrazione desiderata toglierla.

6. Tisana diuretica al carciofo

occorrente:

  • un gambo di carciofo

Con le mani bagnate di succo di limone (per non macchiarle), pulire per bene il gambo del carciofo e lavarlo sotto acqua corrente. Tagliarlo a pezzi e porlo a bollire per 15 minuti. Filtrare e bere. Il sapore forse non vi conquisterà ma è una delle migliori tisane diuretiche e depurative.

7. Tisana alla verga d’oro e gramigna

occorrente:

  • 5 gr di verga d’oro,
  • una manciata di fusti giovani di gramigna.

La verga d’oro si acquista in erboristeria (se la conoscete potete ovviamente raccoglierla) e la gramigna si può raccogliere come sopra detto. Si pone tutto a bollire per massimo una decina di minuti, si filtra e si beve.

8. Tisana di equiseto ed uva ursina

occorrente:

  • 30 gr di foglie di uva ursina,
  • 30 gr di equiseto.

Porre le erbe a bollire per una decina di minuti, filtrare e bere.

9. Tisana di peduncoli di ciliegio

occorrente:

  • mezzo bicchiere di peduncoli di ciliegio.

Quando mangiate le ciliegie non gettate i peduncoli, lavateli e metteteli a bollire. Trascorso un quarto d’ora filtrate e bevete. Si tratta di un toccasana contro la ritenzione idrica.

10. Tisana di lattuga

occorrente:

  • foglie di lattuga.

Le foglie di scarto di lattuga, lavate e pulite bene, possono esser tagliate e messe a bollire per farne una tisana diuretica. Dopo 10 minuti spegnere, lasciar riposare 5 minuti, filtrare e bere. Rimuovere bene la terra durante il lavaggio!

Quali sono le vostre tisane diuretiche preferite?

Condividi sui Social.

Lascia un commento

Close