Come depurare il fegato: dieta, consigli e rimedi naturali

0

Si parla tanto di diete depurative, di regimi alimentari disintossicanti magari dopo gli eccessi di un week-end, ma non si parla molto di come depurare il fegato, un gesto importante che periodicamente andrebbe fatto.

Fra tutti gli organi del nostro corpo, il fegato è decisamente uno dei più importanti. Il fegato è una ghiandola extramurale anficrina posizionata al di sotto del diaframma e localizzata tra questo e il colon trasverso e lo stomaco. È la ghiandola più voluminosa del corpo umano.

Fra le sue funzioni ricordiamo:

  • produrre la bile, essenziale per la digestione;
  • produce le proteine del plasma;
  • regola la coagulazione del sangue;
  • regola i livelli di aminoacidi nel sangue;
  • depura il corpo dalle tossine.

La depurazione è una delle più importanti funzioni svolte dal fegato, difatti depura circa un litro e mezzo di sangue al minuto, liberandoci dalle tossine, ma non solo: seleziona i materiali di scarto, contribuisce al metabolismo e trasforma le sostanze tossiche in sostanza innocue.

Molto spesso in verità, non gli prestiamo la dovuta attenzione così, stress, farmaci, alcol, eccesso di proteine e cattiva alimentazione, lo debilitano e ne compromettono le funzioni.

Uno dei problemi più insidiosi in cui possiamo incappare sono i calcoli biliari, che bloccando i doti epatici compromettono il funzionamento del fegato e dando luogo così a diversi disturbi.

Senza le importanti funzioni del fegato, il nostro organismo non potrebbe funzionare, ecco perché periodicamente è importante depurare il fegato. Se questa disintossicazione non ha luogo, il fegato viene sopraffatto dalle tossine e subisce il cosiddetto “stress da fegato” per cui si auto-intossica.

Quando occorre disintossicare il fegato?

Attraverso gli esami del sangue, si possono constatare eventuali problemi al fegato, se quindi un certo gruppo di enzimi è più elevato questa è una spia d’allarme di cattivo funzionamento del nostro organo depuratore e dunque è ora di depurarlo.


Come depurare il fegato in modo naturale

Il primo passo per depurare il fegato è osservare il nostro stile di vita ed individuare le cause:

  • Eccessivo consumo di alimenti industriali?
  • Diete drastiche?
  • Troppi farmaci?
  • Inquinamento e stress eccessivo?

Occorre individuare le cause, adoperarsi per cambiare lo stile di vita ed iniziare a disintossicare il fegato con i rimedi naturali.

Ecco alcuni consigli per depurare il fegato:

  • ridurre le calorie per pasti;
  • eliminare gli alcolici;
  • ridurre i grassi;
  • ridurre il sale;
  • fare movimento all’aria aperta;
  • evitare zuccheri e carboidrati raffinati;
  • eliminare il junk food e specialmente i cibi fritti;
  • evitare gli eccessi di proteine;
  • ridurre i farmaci qualora sia possibile;

Forse le nostre nonne ci avrebbero suggerito di bere un bicchiere d’olio d’oliva per depurare il fegato, ma in realtà oggi si sono scoperti altri cibi ed altre sostanze e piante che svolgono la stessa funzione con più efficacia e leggerezza.

I principali alleati del fegato sono:

  • omega3
  • vitamina B6
  • vitamina C
  • vitamina E
  • magnesio
  • vitamina A

Arricchire la propria dieta con cibi ed integratori che li contengono significa aiutare il nostro fegato. In particolare sarebbe bene assumere più cibi antiossidanti, che possono contrastare l’azione dei radicali liberi, impedendo lo stress ossidativo del fegato.

I cibi depurativi per disintossicare il fegato

Ecco dunque alcune bevande ed alcuni cibi per disintossicare il fegato: il tè verde, i carciofi ed il cardo mariano. Come abbiamo visto l’omega3 è fondamentale perché elimina il colesterolo cattivo ed i trigliceridi mentre il cardo mariano contiene silimarina che ha effetti rigenerati ed i carciofi ed il tè verde contengono i polifenoli ed aiutano il secernimento della bile.

Fondamentale per depurare il fegato è bere almeno 2 litri di acqua al giorno ma soprattutto bere la mattina, a digiuno, un bicchiere d’acqua tiepida con un limone spremuto dentro, questa è una bevanda altamente depurante che aiuta tantissimo il fegato a disintossicarsi. Provare per credere. Se però vi risulta difficile ingerire tutto questo succo di limone, iniziate con un bicchiere di acqua tiepida ed un cucchiaino di succo di limone, aumentando poi gradualmente.

Ok a cavoli, broccoli, cipolle, rape, bietole, ravanelli, cicoria, crescione, rucola e barbabietole. Molto bene anche semi di sesamo e semi di girasole. Via libera anche a legumi, cereali e vegetali a foglia verde che sono ricchi di magnesio, indispensabile per aiutare il fegato ad eliminare le tossine.

Se vi state chiedendo perché le barbabietole, perché contengono betaina molto utile soprattutto se non sappiamo moderarci con l’alcol ed inoltre aiuta la bile ad esser più fluida.

Molto importanti per disintossicare il fegato sono gli asparagi che contengono un buon quantitativo di vitamina A, vitamina E e fibre ed in tal proposito citiamo anche carote e papaya.

Non dimentichiamo le uova ed i peperoni che sono ricchi di zolfo, come l’aglio e le cipolle e perciò aiutano il fegato a depurarsi.

Le mele sono ottime per prevenire l’insorgenza di tumori del fegato.

Abbiamo parlato di limone, ricco di vitamina C e molto depurativo, ma citiamo anche le arance che stimolano la produzione di glutammina con cui il corpo espelle i sulfamidici. Da non sottovalutare il pompelmo a proposito di vitamina C ed antiossidanti.

Vi sono poi delle erbe particolari alleate del fegato: il prezzemolo, il tarassaco e la genziana.

Esempio di dieta depurativa per il fegato

In linea di massima una dieta depurativa per il fegato si può programmare così:

  1. la mattina, a digiuno acqua e limone, dopo una mezz’ora colazione con frutta e cereali come avena, preferendo magari un latte di soia al posto del latte vaccino, il tutto accompagnato da una tisana di tarassaco;
  2. fra un pasto e l’altro si può bere un centrifugato di mela ed occorre bere molta acqua;
  3. il pranzo consisterà in riso bollito ed una porzione di verdura bollita o cruda scondita;
  4. spuntino con frutta;
  5. la sera pesce azzurro o salmone al vapore, accompagnato da asparagi. In alternativa due uova sode e broccoli al vapore;
  6. la tisana di tarassaco o di genziana prima di andare a dormire.

Avendo a disposizione la tabella dei cibi ideali non resta che bilanciarli per ottenere una dieta disintossicante, preferibilmente con l’aiuto di un esperto.

Quali benefici si traggono dalla depurazione del fegato?

In primo luogo si assimilano meglio i nutrienti, l’intestino funziona meglio, ci sentiamo più energici, i tessuti sono più ossigenati, le difese immunitarie reagiscono meglio, la digestione migliora e l’eliminazione delle scorie è più efficiente.

Depurare il fegato è fondamentale per avere una vita sana e tener lontane le malattie, provare per credere.

Condividi sui Social.

Lascia un commento