Punti neri: cause, alimentazione e rimedi naturali veloci

0

Gli antiestetici punti neri costituiscono uno dei più fastidiosi problemi con cui le donne si trovano a dover “combattere”. I comedoni, comunemente detti “punti neri”, sono impurità della pelle che si concentrano sul viso, soprattutto su naso, fronte, guance e mento (la cosiddetta “zona T”). I punti neri, di fatto, sono la dilatazione dei punti bianchi nel cui interno si trovano grassi, cheratina, melanina, peli e batteri. Quando questi punti si aprono, sotto la spinta del loro contenuto, viene a determinarsi l’ossidazione lipidica con la conseguente formazione dei punti neri.

I comedoni sono dunque un inestetismo della pelle legato principalmente al periodo dell’adolescenza (momento di grandi cambiamenti ormonali) ma possono comparire anche in età adulta e si presentano spesso insieme ai brufoli.

Punti neri: le cause

Le cause che determinano la fuoriuscita dei punti neri, sono legate soprattutto all’aumento della secrezione di sebo che favorisce l’ostruzione dei pori e che determina la formazione dei punti neri e dell’acne. Stiamo parlando, in particolare, della seborrea una specifica disfunzione delle ghiandole sebacee responsabile della eccessiva produzione di sebo.

Esistono inoltre altre condizioni che ne determinano la comparsa: tra queste, la mancanza di una regolare detersione cutanea e l’applicazione di alcuni cosmetici, come trucchi e creme grasse ed oleose. Per questo motivo, è sempre consigliabile rimuovere tali prodotti dalla pelle, prima di andare a dormire. Prendersi cura della propria pelle significa anche detergerla quotidianamente con acqua e sapone, proteggendola così da fastidiose irritazioni.

Punti neri: i sintomi

La sintomatologia dei punti neri è ben chiara e precisa: essi si manifestano sotto forma di piccoli punti neri. Possono essere leggermente in rilievo e sono asintomatici, nel senso che non provocano alcun dolore.

Punti neri: l’alimentazione consigliata (cosa mangiare e i cibi da evitare) 

Uno dei principali segreti che possono aiutarci a prevenire la formazione dei punti neri è seguire una corretta alimentazione, molto importante per la salute e il benessere della nostra pelle.

Gli alimenti che “nutrono” la cute sono, principalmente, frutta e verdura: kiwi, pere, arance, asparagi, fagiolini, carote, pomodori e cavoli, particolarmente ricchi di vitamine A e C dovranno essere introdotti, senza indugio, nella nostra alimentazione.

Anche lo yogurt e i fermenti lattici vivi che regolano la flora intestinale sono essenziali per prevenire la formazione degli antiestetici punti neri. Ancora, è fondamentale bere almeno due litri di acqua al giorno, consumare cereali integrali, ricchi di fibre, come riso mais, orzo e frumento così come legumi e pesce. I cibi, invece, che vanno ad “alterare”, in qualche modo, il nostro derma sono quelli che presentano un eccesso di zuccheri o che contengono molti grassi. Da evitare, allora, le  fritture: chi soffre di questo antiestetico disturbo non dovrà abusare di olio e burro, dovrà aver cura di salare i pasti con moderazione, di limitare gli alcolici, di fare attenzione ai cibi troppo speziati, agli insaccati e alle bevande gassate. Tutti questi alimenti, se consumati in maniera non regolata, stimolano infatti la produzione di sebo cutaneo. L’accumulo di sebo, come anticipato, ottura i pori e favorisce, così, la comparsa di punti neri e brufoli.

Come eliminare i punti neri: i rimedi naturali più efficaci

Madre Natura ci offre una serie di rimedi naturali per aiutarci a combattere i fastidiosi punti neri. Il vapore all’ olio essenziale di Tea Tree è sicuramente uno dei rimedi naturali più efficaci per una profonda pulizia del viso: il vapore, infatti, ci aiuta ad aprire i pori e ad eliminare più facilmente il sebo in eccesso, concausa principale dei punti neri. Per prima cosa porteremo ad ebollizione l’acqua, che poi andrà versata in una ciotola. Posizioneremo, quindi il viso sui vapori che fuoriescono dal contenitore, coprendo il capo con un asciugamano. In questo modo consentiremo ai pori di dilatarsi e dopo circa 10 minuti potremo passare alla seconda fase, ovvero eliminare tutti i punti neri dal nostro viso. Aiutandoci con un fazzolettino di carta dovremo cercare di premere leggermente ai lati del punto nero in modo da aiutare la fuoriuscita del sebo.

Grazie al vapore che ha dilatato precedentemente i pori della pelle sentiremo meno dolore. Quando avremo terminato questa operazione, potremo utilizzare l’olio essenziale di Tea Tree, versandone una goccia su un batuffolo di cotone bagnato e passandolo delicatamente sui pori ormai liberi. Infine potremo utilizzare un tonico astringente o spruzzare dell’acqua termale fresca su tutto il viso per permettere ai pori di richiudersi.

Un altro rimedio naturale utile per combattere i fastidiosi punti neri è la maschera al bicarbonato e succo di limone. Per preparare questa maschera, dovremo mescolare in una ciotola 2 cucchiai di succo di limone e 2 cucchiai di bicarbonato fino a creare una crema densa. La crema così ottenuta andrà spalmata con movimenti circolari sulle parti del viso più colpite dai punti neri e dovrà restare in azione per circa 5/10 minuti. Successivamente, si passerà a rimuovere la maschera al bicarbonato e succo di limone risciacquando il viso con acqua tiepida. Quello appena citato è un rimedio naturale molto valido: il bicarbonato ha la funzione di creare attrito sulla pelle e funziona quindi da esfoliante mentre il succo di limone, oltre ad essere ricco di antiossidanti, svolge una profonda azione rigenerante.

Altro rimedio naturale molto utile per combattere i punti neri è la maschera all’argilla verde, che si può facilmente trovare in tutte le erboristerie e ci permette di ottenere un incarnato perfetto. Preparare la maschera all’argilla verde è davvero molto semplice: basterà mescolare acqua e argilla, applicare il composto su fronte, naso e mento e lasciarloin posa per circa 15 minuti. Una volta che la maschera sarà seccata, passeremo a rimuoverla con abbondante acqua corrente.

Punti neri: consigli utili

Un ottimo punto di partenza per combattere e prevenire i punti neri è una pulizia regolare del viso: all’uopo, andranno utilizzati detergenti specifici e diversificati in base al proprio tipo di pelle. Ancora, è importante struccarsi tutte le sere in modo accurato per non lasciare sul volto impurità che si andrebbero poi a depositare nei pori, favorendo la comparsa dei punti neri. Anche praticare regolarmente attività fisica e dormire il giusto numero di ore può risultare determinante per garantire relax sia alla pelle, che al nostro organismo in generale.

Infine, da evitare assolutamente i “rimedi fai da te” per rimuovere i punti neri come, ad esempio, schiacciarli tra le dita: è infatti risaputo che la tecnica appena descritta, se eseguita senza le dovute accortezze, potrebbe avere esiti cicatriziali o infettivi.

Condividi sui Social.

Lascia un commento

Close