Tisane drenanti: infusi per combattere la ritenzione idrica

0

Avete mai provato le tisane drenanti? Si tratta di infusi che aiutano a smaltire i liquidi trattenuti nel corpo, per mezzo della diuresi o del sudore.

Quindi, mettiamo che abbiamo un problema di ritenzione idrica, come dovrebbe essere la nostra giornata tipo?

  • Al mattino: doccia scozzese, tisana drenante a scelta fra quelle elencate più sotto, movimento (pulizie di casa, fare la spesa, portar fuori il cane o andare a lavoro possibilmente a piedi). Spuntino: succo di ananas.
  • Pranzo: pasta integrale con legumi, frutta e verdura.
  • Pomeriggio e sera: sport (anche casalingo, anche ballo, anche bici, anche corsa, non è necessaria la parola “palestra), vasca da bagno con acqua e sale grosso, almeno mezz’ora di bagno (in alternativa impacchi di sale). Se è estate andate a nuotare in mare e unite le due cose. Spuntino: tisana drenante.
  • A cena:  pesce al vapore, verdura.
  • Dopocena: massaggio drenante, gambe in aria per sgonfiarle e almeno un’oretta di yoga.
  • Regole non facoltative: bere 2 litri di acqua al giorno, evitare il sale.

Domande? La doccia scozzese alterna getti di acqua calda e fredda per favorire la circolazione, gli impacchi di sale si fanno amalgamando del sale fino con oli naturali (arancio amaro ad esempio), qualche goccia di olio evo e se avete un po’ di cellulite polvere di caffè o poco succo di ananas, deve risultare una pasta da distribuire nelle zone critiche fermandola con la pellicola (dopo un’ora di posa basta fare una doccia).

Ma passiamo alle tisane.

Tisane drenanti: benefici, utilizzo, controindicazioni

Le tisane drenanti, come le altre tisane, sono semplici infusi erbe che hanno la proprietà di sgonfiarci e drenare i liquidi in eccesso.

Tutti necessitiamo di queste tisane? In momenti particolari può capitare di sentirsi gonfi, soprattutto per le donne durante il ciclo e quindi in questo periodo è bene assumerle; anche se si soffre di calcoli e problemi all’apparato urinario queste tisane si rivelano utili.

Come si fa a capire quando se ne ha bisogno? Seguendo i segni del corpo:

  • ci si sente pesanti ed affaticati,
  • si notano gambe e piedi gonfi,
  • quando si soffre d’insufficienza venosa,
  • in caso di comparsa di cellulite,
  • quando si nota il viso e le mani gonfie.

In questi casi, se si tratta di patologie si parla con il medico, se si tratta di gonfiori temporanei si assumono le tisane drenanti.

Ecco quali sono i benefici delle tisane drenanti:

  1. aiutano ad eliminare i ristagni di liquidi,
  2. sgonfiano,
  3. aiutano la diuresi e dunque la depurazione,
  4. migliorano il problema della cellulite.

Ovviamente se si soffre di patologie renali è indispensabile parlare con il medico curante, idem se si hanno problemi alle vene.

C’è differenza fra le tisane acquistate in erboristeria e quelle comprate al supermercato? Sì, generalmente quelle del super vengono “tagliate” con altre erbe vettore quindi contengono poco principio attivo.

Tisane drenanti: le erbe da utilizzare

Vediamo quali sono le erbe da utilizzare per fare queste tisane, chissà che non scopriamo di averne qualcuna in giardino:

  • ciliegio (peduncoli dei frutti), ha un buon effetto drenante;
  • equiseto (parti aeree), ha proprietà diuretiche;
  • frassino (foglie e semi), riduce il gonfiore causato dalla ritenzione idrica;
  • pilosella (parti aeree), depurativa, antinfiammatoria e diuretica;
  • gramigna (rizoma), molto diuretica;
  • tarassaco (radice), depura e stimola la diuresi;
  • verga d’oro (sommità fiorite);
  • orthosiphon (foglie), ottimo contro la ritenzione idrica, diuretico;
  • ononide spinosa (radice), depurativa e diuretica;
  • ortica (foglie), diuretica;
  • betulla (estratti secchi), favorisce l’eliminazione del ristagno dei liquidi;
  • centella (estratto secco), migliora la circolazione e la salute delle pareti venose.

Tisane drenanti fai da te: le ricette

1. Tisana drenante al tarassaco e betulla

occorrente:

  • un bricco d’acqua,
  • 1 cucchiaino di estratto secco di tarassaco,
  • 1 cucchiaino di betulla.

Mettere le erbe nel bricco d’acqua, portare ad ebollizione per 5 minuti, filtrare e bere. Almeno 3 tazze al giorno per non più di dieci giorni. Si tratta di una tisana che stimola la diuresi, quindi nel giro di un paio di giorni il gonfiore sarà decisamente meno visibile.

2. Peduncoli di ciliegio

occorrente:

  • mezzo bicchiere di peduncoli di ciliegio,
  • un bricco d’acqua.

Dopo che si son mangiate le ciliege, mettere da parte i peduncoli, quindi lavarli e o farci subito la tisana drenante o metterli a seccare. Per fare la tisana basta bollirli per una decina di minuti. Se ne bevono due tazzine da tè al giorno, per due settimane al massimo. I peduncoli di ciliege sono molto diuretici e favoriscono un buon drenaggio dei liquidi.

3. Tisana ortica e gramigna

occorrente:

  • un bricco d’acqua,
  • due piantine giovani di ortica,
  • due piantine giovani di gramigna.

Lavare per bene le piantine (si trovano anche fra le erbacee del giardino), togliere radici e parti non buone, quindi porle a bollire e dopo dieci minuti filtrare e bere. Due volte al giorno, mattina e sera, per una settimana. Si tratta di una tisana drenante che stimola molto la diuresi.

4. Tisana drenante di betulla ed equiseto

occorrente: un bricco d’acqua, due cucchiaini di estratto secco di betulla ed uno di equiseto.

Porre tutto nel bricco d’acqua e portare ad ebollizione per 5 minuti. Filtrare e bere la sera, per otto circa. Ottima tisana drenante per chi soffre di cellulite a causa della ritenzione idrica.

5. Tisana drenante di vite rossa

occorrente:

  • un bricco d’acqua,
  • 6 gr di estratto secco di vite rossa.

Metter a bollire l’acqua, in punto di ebollizione versare l’estratto secco di vite rossa, far bollire 2 minuti, quindi spegnere e coprire. Dopo 5 minuti filtrare e bere. Due tazzine al giorno per 15 giorni. Si tratta di una tisana molto utile per chi soffre di disturbi alle vene causati dalla ritenzione idrica.

6. Tisana drenante di pilosella e verga d’oro

occorrente:

  • un bricco d’acqua,
  • 3 gr di estratto secco di pilosella,
  • 2 gr di verga d’oro.

Porre le erbe a bollire nell’acqua, dopo 5 minuti, spegnere e coprire. Dopo altri 5 minuti filtrare e bere. Una tazza la mattina. Decisamente buona come drenante, diuretico ed antinfiammatorio.

Quali sono le tisane drenanti che utilizzate di più? Quali sono secondo voi quelle più efficaci?

Condividi sui Social.

Lascia un commento

Close