Eritema: cause, sintomi e rimedi naturali

0

Oggi parliamo dell’eritema. La più comune forma è senza dubbio quella solare, c’è poi l’eritema infettivo. Ne esistono anche altri tipi ai quali accenniamo dopo. In questo articolo vediamo quali sono le cause, i sintomi e i rimedi naturali dell’eritema solare, accennando comunque anche a quello di natura infettiva.

L’eritema è l’arrossamento della pelle e può interessare una parte più o meno ampia del corpo. Compare a causa di una seria irritazione. Quello solare è provocato dalla lunga e scorretta esposizione al sole. Il fatto che la pelle si arrossi è dovuto all’aumentato apporto di sangue in quella determinata zona.

Tipi di eritema

  • Eritema a farfalla: chiamato così perché colpisce entrambe le guance e sembra appunto una farfalla. Si presenta in relazione diverse malattie, come la dermatite seborroica, il lupus eritematoso, la rosacea, la sindrome di Bloom etc.
  • Eritema da pannolino: questo eritema interessa i lattanti e i bambini che indossano ancora il pannolino. Materiali di scarsa qualità, poca traspirazione o eccessivo sfregamento possono provocarlo.
  • Eritema fisso da farmaco: può essere un effetto collaterale di alcuni farmaci. Colpisce soprattutto la razza nera. su arti, mani e piedi.
  • Eritema infettivo (definito anche quinta malattia): interessa soprattutto i bambini. Inizialmente si diffonde sulle guance poi colpisce le altre parti del corpo. Causato dal virus parvovirus B19.
  • Eritema marginato: il rossore è transitorio ma non c’è prurito. Può comparire nella febbre reumatica.
  • Eritema migrante: inizia con una piccola papula rossa poi si diffonde in altre parti del corpo. E’ sintomo tipico della malattia di Lyme.
  • Eritema multiforme: un’infezione dei vasi sanguigni ed è provocata dai globuli bianchi.
  • Eritema neonatale: come dice il termine stesso, interessa i neonati. Compare nei primi giorni di nascita, in particolar modo il tronco. Scompare dopo pochi giorni senza bisogno di terapie.
  • Eritema nodoso: caratterizzato dalla presenza, oltre del tipico rossore, anche dei noduli. Le cause possono essere tantissime, tra cui la mononucleosi infettiva.
  • Eritema palmare: è il rossore del palmo delle mani. Può comparire in caso di artrite reumatoide, cirrosi epatica e altre malattie del fegato.

Sintomi dell’eritema solare

I sintomi dell’eritema solare sono tipici dell’ustione. Questo perché effettivamente si tratta di una bruciatura provocata dal sole. La pelle si arrossa e prude, nei casi più gravi, compaiono anche le bolle. Alcune volte è associata a malessere e febbre ed è sempre bene consultare il medico. Il rossore si attenua nel giro di una settimana o prima se assunti i medicinali. La pelle però resta più sensibile per un certo periodo di tempo.

I sintomi possono essere più o meno forti in base non solo alla durata dell’esposizione solare, ma anche al fototipo. Cioè il tipo di pelle, se è presente più o meno melanina. Anche l’età è molto importante. Per questo gli esperti raccomandano sempre di proteggere i bambini con cappellino, maglietta e protezione solare massima.

Cause dell’eritema solare

Abbiamo visto che esistono vari tipi di eritemi. Quello solare come dice il termine stesso è causato dal sole. I principali fattori di rischio sono:

  • Esposizione prolungata ai raggi del sole
  • Stare sotto il sole nelle ore di punta, quelle più calde della giornata
  • Non utilizzare un’adeguata protezione solare o addirittura, utilizzare gli oli abbronzanti
  • Il fototipo, cioè se la vostra pelle è più o meno bianca. A determinarlo è la quantità di melanina presente

Molte persone si sorprendono quando compare l’eritema solare perché magari sono state per anni esposte al sole senza protezioni e nelle ore di punta. Il fatto è che non sempre la pelle reagisce nello stesso modo. Non dimentichiamoci che questo comportamento è estremamente dannoso perché danneggia la pelle, aumentando il rischio di cancro alla pelle.

C’è un errore comune nel quale cadono molte persone, quello di credere che l’eritema solare sia appannaggio esclusivo dell’estate e della spiaggia. Sappiate che il rischio di scottatura esiste si nelle stagioni più calde, ma può colpire anche il montagna. Perciò non dimenticate di usare la protezione anche in queste occasioni, anche se il cielo è nuvoloso.

Eritema, rimedi naturali

Per prevenire l’eritema solare dovete ovviamente proteggere la vostra pelle dagli aggressivi raggi solari. Anche l’alimentazione comunque può aiutarvi. Assumete in estate cibi con tanti antiossidanti! Si quindi alla vitamina C, il selenio e il beta-carotene! A livello pratico dovreste portare sulle vostre tavole alimenti come le carote, gli agrumi, i peperoni, i pomodori, gli spinaci… ma anche frutta secca come mandorle, noci e nocciole. Non dimenticatevi lo yogurt, il germe di grano, l’olio di oliva e il pane integrale! Dovete assolutamente bere più acqua. Questi consigli sono validi per prevenirlo, ma anche per star meglio quando l’eritema ormai ha già fatto la sua comparsa.

Ci sono poi una serie di rimedi naturali per gli eritemi solari molto utili. Per trovare sollievo potete applicare la tintura madre di calendula con un po’ di acqua. Per via interna c’è il ribes nero che fa molto bene, acquistate quello naturale senza zucchero. Contro il prurito è un toccasana l’amido. Scioglietelo un po’ nella vasca. Se l’eritema è localizzato in una parte del corpo ristretta, come per esempio il viso, potete metterci sopra delle fettine finissime di patate o cetrioli. Se la parte del corpo è più ampia invece, provate con le foglie di lattuga messe a bollire in acqua. Quando è freddo strofinate il liquido ottenuto sulla zona con dei batuffoli di cotone o garza imbevuti. 

Anche gli oli essenziali sono molto utili in questo caso. Tra i più noti ci sono quello di lavanda, di eucalipto, di sandalo, di patchouli, di camomilla. 


Condividi sui Social.

Lascia un commento