Cervicale: cause, sintomi e rimedi

1

Più che di cervicale è corretto parlare di cervicalgia. Si tratta di un dolore del collo davvero molto comune. Addirittura il più diffuso tra i disturbi muscolo-scheletrici in occidente. Interessa la parte cervicale della colonna vertebrale, la quale tra le altre cose è una zona davvero molto sensibile.

Quali sono le cause, i sintomi e i rimedi naturali della cervicalgia? Lo vediamo tra poco. Adesso un breve accenno di anatomia.

Quando si parla di dolore cervicale ci si riferisce alla cervicalgia, il dolore che colpisce sulla rachide cervicale, parte della colonna vertebrale composta da sette vertebre. Sono numerate da C1 a C7. E’ una parte sensibilissima. Pensate che un trauma del midollo spinale alle vertebre C1 e C2 conduce alla morte, quelle inferiori alla tetraplegia.

Cause della cervicalgia o dolore cervicale

Le cause sono tante. Come dicevamo è uno dei disturbi muscolo scheletrici più comuni e sono tante le situazioni che possano provocarlo. Vediamo le più importanti.

  • Vita sedentaria
  • Postura scorretta
  • Colpo di freddo

Sono queste tre le cause più comuni e di solito sopportabili. Il dolore può cronicizzarsi. Tra le cause che portano alla forma acuta e più intensa troviamo l’ernia cervicale, il colpo di frusta, la degenerazione dei dischi intervertebrali o l’ipercifosi dorsale (una curva dorsale particolarmente accentuata). Ancora può dipendere da speroni ossei, spondilosi e sport con sovraccarichi.

Fattori di rischio

Il fattore di rischio forse più noto è il materasso troppo morbido oppure un cuscino non adatto. Per questo è sempre consigliabile comprarli di una qualità superiore e spendere qualcosina in più. Può essere poi aggravato da una posizione durante la guida scorretta ma anche dallo stress.

Sintomi della cervicale

Per quanto riguarda i sintomi invece, quello principale è il dolore al collo, meglio conosciuto come “torcicollo”. Impedisce di muovere correttamente e completamente il collo. Coinvolgendo anche i nervi, provoca intorpidimento e formicolio, alcune volte può essere percepita anche la debolezza al braccio o alla mano.

L’intensità del dolore è molto soggettiva, la soglia di dolore di ognuno è diversa e inoltre c’è anche da capire qual è la causa scatenante.

La cosa certa è che se il dolore si fa insistente è necessario recarsi da un medico e inoltre, se è associato a un formicolio continuo delle braccia è necessario andare immediatamente dal medico. Lo stesso vale se il dolore non tende a diminuire, se manca la forza nelle mani e nelle gambe e se non si riesce a toccare con il mento il petto.

Come avviene la diagnosi?

L’errore di molti è quello di farsi le auto diagnosi. La cervicale deve essere diagnosticata dal medico attraverso una serie di esami adeguati. Solo in questo modo è possibile risalire alle cause. I test sono la classica palpazione medica, la radiografia della rachide cervicale, la TC per vedere se c’è una compromissione del midollo spinale. C’è poi l’eelettromiografia che permette di individuare eventuali anomalie che interessano la radice nervosa.

Cervicale: rimedi naturali

Infuso di rosa canina

La cervicale può essere trattata con i rimedi naturali, anche se questi vi serviranno per lo più per lenire il problema. Dovete infatti sempre avvalervi di un consulto specialistico per capire e quindi sconfiggere il disturbo in questione. Un buon rimedio in tali circostanze è l’infuso di rosa canina. Una bevanda ricavata dalle bacche della omonima pianta. Assumendola regolarmente per un breve periodo (da chiedere all’erborista) dovreste ottenere effetti positivi. Tra le azioni riscontrare troverete sopratutto quella di sciogliere le tensioni muscolari.

Artiglio del diavolo

L’artiglio del diavolo è rinomato per i trattamenti contro la cervicale, non per caso nel campo della fitoterapia ne potete sentire parlare spesso. Utile contro reumatismi, dolori muscolari, contusioni, tendiniti, cervicale appunto etc. Questa pianta (di cui è la radice la parte interessata) è reperibile in erboristeria ed è consigliata spesso in forma di decotto, ma si trova anche in compresse. Da controllare le possibili controindicazioni, visto che non sembrano poche. Ricordiamo che in gravidanza, allattamento e in presenza di calcoli biliari è meglio evitare tale rimedio.

Yoga

Attraverso lo yoga potete rilassare la muscolatura e quindi andare a lavorare su tutte quelle zone del corpo rimaste indolenzite per fattori x (come avere una postura scorretta per esempio). Quindi per combattere il disturbo della cervicale, praticare yoga può portare a benefici a lungo termine e in brevi periodi. Questa disciplina la potete impiegare anche contro le contratture muscolari. Tuttavia è bene che sia un insegnante a spiegare quali esercizi e posizioni possono tornarvi più utili.

Burro di karité

Il burro di karité è un altro alleato che abbiamo pensato di includere nell’elenco dei rimedi naturali contro la cervicale. Viste le sue molte proprietà trova spazio contro i dolori articolari, muscolari e non solo. Si tratta di un potente antinfiammatorio che potete usare in più situazioni. Per esempio contro la cervicale può tornarvi utile se lo utilizzate per massaggiare la zona interessata. In molti lo abbinano con un’olio essenziale. Ovvero, prima il karité viene sciolto con il metodo a bagnomaria (due cucchiai) e successivamente viene introdotta l’essenza (due tre gocce). Tra gli oli sono comuni il rosmarino e la lavanda.

Migliorare la postura

La postura corretta serve a prevenire e quindi contrastare la comparsa di disturbi vari, cervicale compresa! Vi ricordiamo che una vita sedentaria dove si unisce il rimanere seduti troppo a lungo senza muoversi e l’assunzione di posizioni scorrette non facilita affatto la salute del collo, della schiena etc. Se il vostro è un lavoro da ufficio partite prevenuti quindi cuscini, sedie comode e preferibilmente ergonomiche. Fate inoltre delle pause di tanto in tanto e camminate un po’.

Argilla verde

Recandovi in una qualsiasi erboristeria della vostra città non dovreste avere troppi problemi a reperire dell’argilla verde ventilata. Questo prodotto a bisogno di circa 20 minuti di posa, dopo essere stato mescolato in acqua calda (con un massimo di 3 cucchiai) e lasciato agire sul corpo. Passato il tempo necessario potete risciacquare bene il tutto. Utile contro i dolori muscolari, cervicali e non solo.


Condividi sui Social.

1 commento

  1. Trovo che la fase della diagnosi sia perfettamente descritta, soprattutto quando si descrivono gli esami che consentono una precisa diagnosi. Anche i rimedi prevedono approcci diversi tutti molto naturali e con ottime risposte alla patologia.

Lascia un commento