Mal di schiena: cause, sintomi e rimedi naturali

0

Il mal di schiena può manifestarsi a qualunque età e vi sono numerose cause a esso correlate. Lo possiamo infatti definire uno dei disturbi più comuni di cui l’uomo abbia mai sofferto. Ogni zona della schiena può essere esposta a problemi più o meno gravi. Solitamente con un po’ di riposo il corpo si riprende e il soggetto torna come nuovo!

Tuttavia, il male alla schiena può protrarsi nel tempo più del previsto e costringere la persona a restare ferma per giorni o addirittura settimane! Ovviamente occorre il parere di un esperto per conoscere la natura del problema. Analizziamo adesso le cause del mal di schiena e successivamente altri fattori come i sintomi, la prevenzione e ovviamente alcuni rimedi. 

Mal di schiena: 5 cause comuni

Il mal di schiena come abbiamo detto prima può essere correlato a svariate cause. Ma quali sono quelle più comuni? Qui di seguito ne abbiamo riportate alcune! Ecco le cinque più frequenti:

  1. Sforzi. Gli oggetti molto pesanti è bene sollevarli con l’aiuto di qualcuno, questo è un accorgimento che permette di evitare un simile problema. Da non dimenticare che, anche una posizione scorretta durante un sollevamento, può causare il mal di schiena. Insomma, occorre molta attenzione! Non è un gioco, ne va della salute del corpo. Molte persone vanno sotto gli infortuni proprio perché non lavorano con attenzione.
  1. Incidente. Gli incidenti sono un’altra situazione in cui il male alla schiena risulta un sintomo comune. Una caduta per esempio, oppure un oggetto che cade e colpisce la schiena. Sono tanti i possibili incidenti che portano tale disturbo. Con un po’ più di attenzione è possibile quasi sempre evitarli.
  1. Età. Con il passare del tempo le ossa cambiano e iniziano a dare problemi. Nello specifico è la colonna vertebrale che può far comparire il disturbo a causa della normale e progressiva degenerazione dei tessuti ossei e per via delle varie patologie che possono colpirli. Ed è più comune di quanto si possa immaginare. Man a mano che aumenta l’età e più è alto il rischio di soffrirne.
  1. Posizione sbagliata durante il sonno. Dormire è importante per la mente e il corpo. Ma lo è altrettanto la posizione assunta durante il sonno. Riposare assumendo una postura scorretta può causare mal di schiena, torcicollo e altri problemi ancora.
  1. Vita sedentaria. Essere sedentari significa condurre una vita dove il corpo non è abituato a muoversi molto. Naturalmente questo non è positivo, dato che nel tempo iniziano a fare comparsa i primi disturbi legati alla sedentarietà. Ovviamente il male alla schiena rientra tra questi. C’è anche un’altra cosa da tenere di conto, una persona che si muovo poco non può eccedere con la ginnastica! Serve dunque equilibrio tra le due cose, iniziano un poco alla volta a integrarla nella loro vita.

Sintomi collegati al mal di schiena

I sintomi del mal di schiena possono essere molti, ma spesso non vengono presi in considerazione come dovrebbero.  Ovvero la persona non sa neppure di avere il disturbo fino a quando non si ritrova ferma a letto! Ascoltando il proprio corpo è facile intuire se qualcosa non va, ma quali segnali può mandare? Essendoci svariate situazioni inerenti, ecco alcuni casi dove è importante non far finta di niente.

  • Mal di testa e spalle (o collo) appesantite
  • Schiena rigida dopo un piegamento
  • La zona inferiore della schiena è dolorante in seguito a un movimento
  • Girandosi a 180° il collo provoca molto dolore e la sensazione scende fino al braccio o la schiena
  • Un semplice starnuto (spesso anche la tosse) provoca dolore alla schiena
  • Dolore più o meno intenso alla nuca in seguito a un movimento verso l’alto con la testa
  • Piegarsi (come per esempio per legarsi le stringhe) causa fastidio alla schiena

Dunque è facile intuire che la sintomatologia del mal di schiena è assai vasta. Il corpo non può eseguire molti movimenti senza percepire dolore o affaticamento. Di seguito, ecco il paragrafo sulla prevenzione del mal di schiena!

Consigli per prevenire il mal di schiena

Prevenire il mal di vita è possibile, è necessario iniziare da una maggior cura di se stessi, quindi il modo migliore è allenare il corpo quel tanto che basta perché sia elastico. Il male alla schiena può essere evitato con dei semplici esercizi che interessano appunto la schiena ma anche tutto il resto. Se questa risulta più flessibile, il rischio di soffrirne risulta molto più basso!

Oltre a questa delicata zona, anche tutto il resto del corpo può giovare dell’allenamento. Naturalmente anche l’alimentazione gioca un ruolo importante nella salute dell’organismo, quindi potremmo dire che le regole da non dimenticare sono mangiare bene e allenanarsi sempre!

Per quanto riguarda gli esercizi fisici alcune discipline possono rivelarsi utili al caso. Lo Yoga per esempio, oppure il Pilates. Sono entrambe molto indicate. Lo stesso vale per il Tai Chi e così via dicendo. Si possono definire dunque pratiche adatte per il corpo e la mente. A chi rivolgersi? Semplicemente a persone qualificate, come i personal trainer per esempio, oppure i maestri delle discipline sopra indicate. Così da ottenere le risposte giuste e iniziare a lavorare in modo consapevole su se stessi.

Gli esperti del settore possono offrire un percorso che porta la persona a vivere bene ed a essere in pace con se stessa. Ricordiamo che tali discipline (Yoga e non solo) migliorano anche l’equilibrio, un aspetto importantissimo in questo campo.

Infine avvalendosi di un medico nutrizionista è possibile conoscere quali alimenti consumare regolarmente. I cibi ricchi di vitamine e minerali sono indispensabili non solo per il mal di schiena, ma anche per tutto il resto del corpo! Tuttavia, una valida forma di prevenzione contro il mal di vita è il giusto apporto giornaliero di vitamina D e calcio. Da non scordare anche la giusta postura!

Rimedi mal di schiena: i più comuni e utili.

Il mal di schiena forte, oppure lieve rimane sempre fastidioso e delle volte arriva a essere debilitante a tal punto da non potersi muovere dal letto.Tuttavia, vi sono anche i mal di vita leggeri che si manifestano durante un movimento improvviso o al quale non si è abituati. Anche quest’ultimi non sono affatto piacevoli perché condizionano il soggetto durante la giornata. Come intervenire? Con i rimedi contro il mal di schiena ovviamente! Ne sono presenti molti, basta trovare quello più indicato e il gioco è fatto. Ecco alcuni esempi utili che possono donare sollievo in pochissimo tempo:

  • Riposo. Il riposo è la prima carta da utilizzare se si soffre di mal di schiena. Nella maggior parte delle situazioni riposare aiuta il corpo a guarire. Certamente non basta dormire un po’ per risolvere tutto, ma evitando sforzi o movimenti bruschi e allo stesso tempo rimanere tranquilli per alcuni giorni offre spesso grandi risultati. I medici lo consigliano spesso. In alcuni casi però va abbinato a farmaci antidolorifici o sfiammanti.
  • Massaggi. Le mani di un esperto possono fare miracoli, massaggiando la zona dolente si ottengono benefici in poco tempo. Generalmente i massaggiatori specializzati o i fisioterapisti sono la scelta ideale. Diciamo che tutto dipende dall’origine del problema in questione.
  • Caldo o freddo. in questo caso sono entrambi utili. Una borsa d’acqua calda ad esempio, riduce gli spasmi. Una borsa d’acqua fredda invece, riduce il gonfiore (se presente) e allevia anche la tensione dei muscoli dorsali. Alcune volte il medico può consigliare anche di alternarle.

Non devono essere dimenticati i farmaci, una soluzione che porta sempre sollievo e possono rivelarsi fondamentali per attenuare l’infiammazione in corso. In molti gli utilizzano come ultima risorsa visto che non rientrano nei rimedi naturali e abusarne non fa mai bene. Infatti il loro utilizzo può comportare effetti collaterali, per non parlare dei possibili danni al fegato, reni e via dicendo. In commercio si trovano i farmaci miorilassanti, quelli antinfiammatori o antidolorifici. È sempre bene consultare un medico prima della loro assunzione. Ovviamente in caso di mal di schiena cronico o piuttosto forte si rivelano utilissimi per arginare il problema, ma ancora una volta vanno assunti solo quando il medico lo ritiene necessario.


Condividi sui Social.

Lascia un commento